Palazzo delle Paure, ora si paga

Ma i lecchesi hanno lo sconto

Dal 6 settembre per entrare ai musei cittadini occorre il biglietto

Lunga la lista delle riduzioni : «Con gli incassi nuovi investimenti culturali»

Palazzo delle Paure, ora si paga Ma i lecchesi hanno lo sconto
L’ingresso ai musei cittadini ora è a pagamento

È partito un po’ in sordina ma è partito: dal 6 settembre tutti i musei cittadini (ad eccezione della Torre Viscontea) hanno un biglietto d’ingresso.

A confermarlo è l’assessore alla cultura del Comune di Lecco Simona Piazza, che spiega: «Abbiamo deciso di estendere il biglietto a tutti i musei della città perché è importante che l’offerta culturale preveda dappertutto un accesso a pagamento. Si tratta di un biglietto pop, simbolico, con una tariffa intera, una ridotta per alcune categorie fra le quali i residenti nel comune di Lecco e un cumulativo per tutti i poli espositivi». Confermate quindi le tariffe che erano state anticipate nei mesi scorsi ed entrate ufficialmente in vigore solo a inizio settembre: biglietto intero 6 euro, ridotto 4 euro. Biglietto cumulativo intero 14 euro, cumulativo ridotto 8 euro.

Gli incassi permetteranno all’amministrazione comunale di pianificare nuovi investimenti nel settore cultura e di coprire i costi derivanti dai nuovi orari di apertura. Lungo e variegato l’elenco delle esenzioni, ossia di coloro che possono accedere a Palazzo delle Paure e agli altri musei gratuitamente con biglietto gratuito o ridotto. Hanno diritto al biglietto ridotto: cittadini residenti nel Comune di Lecco, gruppi superiori alle 8 persone, persone di età inferiore ai 18 e superiore ai 65 anni, studenti universitari in possesso della carta dello studente (University Student Card) e soci delle associazioni convenzionate con il Comune, in regola con la quota annuale. L’ingresso gratuito è per: un accompagnatore ogni 15 persone, disabili e loro accompagnatori, bambini di età inferiore ai 6 anni, studenti partecipanti alle attività didattiche organizzate e gestite dal Sistema Museale Lecchese, funzionari del Ministero per i Beni Culturali, i funzionari di Musei di Enti Locali e di Interesse Locale e infine per i membri dell’International Council of Museum. Ingresso gratuito anche in occasione di inaugurazioni ed eventi particolari e tutti i giovedì sera a Palazzo delle Paure. L’introduzione dell’ingresso a pagamento segue solo di pochi mesi l’altro grande cambiamento che aveva riguardato i musei cittadini, ossia l’estensione dell’orario di apertura.

«Queste modifiche – conclude l’assessore Simona Piazza - rispondono all’esigenza di coordinare al meglio l’offerta garantita da tutti poli museali cittadini, che devono diventare dei centri di riferimento culturali per i lecchesi e per i turisti».

© RIPRODUZIONE RISERVATA