Oggiono, spaccio e ladri pendolari

In stazione a breve attive le telecamere

Iniziati gli scavi per il posizionamento dei pali e la sostituzione dei vecchi impianti

Narciso: «L’incremento della sicurezza in questo luogo strategico era un nostro impegno»

Oggiono, spaccio e ladri pendolari In stazione a breve attive le telecamere
A giorni l’installazione delle telecamere in stazione
(Foto di Foto menegazzo)

Con ottobre, il piazzale della stazione ferroviaria sarà videosorvegliato dalle nuove telecamere che l’amministrazione comunale sta facendo installare.

La lettura delle targhe

«In questi giorni - conferma il sindaco, Chiara Narciso - sono cominciati gli scavi per i nuovi pali e per il completamento del cablaggio dell’area. Nel frattempo, le telecamere sono già state acquistate e sono in magazzino, in attesa appunto di poter procedere al posizionamento. Nel contempo - aggiunge il sindaco - è cominciata la sostituzione degli impianti nei punti della città dove (in base al piano predisposto dalla polizia intercomunale) è prevista la collocazione di quelli abilitati alla lettura delle targhe dei veicoli sospetti».

Per quanto riguarda la stazione ferroviaria «l’incremento della sicurezza in questo luogo strategico della città era un nostro preciso impegno – ricorda il sindaco - che, infatti, portiamo a termine, come promesso, entro l’anno». L’impegno di spesa sarà di circa 20.000 euro: il presidio del piazzale è atteso dai pendolari, tanto quanto dalle famiglie dei giovani studenti che frequentano il vicino istituto superiore “Bachelet” o si servono del treno per raggiungere le scuole di Lecco e il “Gandhi” di Besana, o altre destinazioni; l’esigenza è molto sentita anche dalle attività affacciate sul piazzale.

«Le telecamere – riassume la Narciso – saranno collocate in modo strategico, per controllare via Kennedy; il tratto di via Europa tra la stazione stessa e il passaggio a livello, nonché l’ultimo tratto di viale Vittoria. Avevamo detto che, appena ci fosse stata la possibilità di ampliare il sistema di videosorveglianza, la priorità sarebbe stata quella di andare a coprire la zona della stazione».

Altri particolari su La Provincia di Lecco in edicola martedì 28 settembre

© RIPRODUZIONE RISERVATA