Metalmeccanico di Lecco

Il distretto passa ad Api

A mandato scaduto lascia Giovanni Pastorino, la Camera di commercio ha designato Andrea Beri della Ita di Calolziocorte

Metalmeccanico di Lecco Il distretto passa ad Api
Api entra nel distretto metalmeccanico lecchese

Passa di mano la guida del Distretto Metalmeccanico lecchese il cui ente di riferimento è la Camera di Commercio.

A mandato scaduto, per il ruolo di coordinatore del distretto esce Giovanni Pastorino, rappresentante titolare di Deltacalor di Calolziocorte, ed entra Andrea Beri in rappresentanza di Api e della Camera di Commercio e titolare della Ita di Calolziocorte.

A darne conferma, a un mese dalla decisione con cui la giunta camerale lecchese ha designato Beri per il nuovo incarico, è il direttore di Api Lecco, Mauro Gattinoni, che come rappresentante Api, ha partecipato alla prima riunione di insediamento del nuovo comitato che resterà in carica per il triennio 2015-2018.

La nomina di Beri arriva in un contesto che da mesi vede una spaccatura fra le associazioni d’impresa e le altre parti sociali presenti in Camera di Commercio, divise sulla legittimità dell’ultima elezione di Vico Valassi a presidente dell’ente.

La decisione in favore di Beri e, fra l’altro, in favore della nomina di Cinzia Cogliati come rappresentante di Confindustria nel comitato di distretto, risale dunque alla seduta di giunta del 5 ottobre, a cui le opposizioni non hanno partecipato.

Una seduta a cui ha fatto subito seguito, nella stessa giornata, la convalida delle nomine assunta invece nel corso di un Consiglio camerale fiume, in seguito al quale una fuga di notizie annunciava l’esistenza di un accordo per mettere fine alla guerra fra i due schieramenti che si era consumata da mesi . Notizie ufficialmente smentite.

E’ passato un mese e tuttavia le tensioni sembrano in parte ricomporsi.

Prima c’è stata la nomina, col consiglio camerale di lunedì scorso, di un nucleo di lavoro che vede la presenza di due rappresentanti della maggioranza (Valassi e il presidente di Confartigianato Daniele Riva) e dell’opposizione (il presidente di Confindustria Giovanni Maggi e il direttore di Confcommercio Alberto Riva) nominati per gestire la fusione della Camera lecchese con altri enti.

Ora, l’accordo sui nomi del distretto metalmeccanico dove oltre a Beri e a Gattinoni per Api e a Cogliati per Confindustria, sono presenti Angelo Belgeri (Confcommercio), Riccardo Bongiovanni (Confartigianato Lecco), Giovanni Gianola (Compagnia delle Opere Lecco), Matteo Zoia (Cna Lecco), Giuseppe Scaccabarozzi (Provincia di Lecco), Francesca Passaretti (Cnr Ieni Lecco), Marco Tarabini (Politecnico, polo di Lecco), Diego Riva (Cgil Lecco), Giorgio Ciappesoni (Cisl Monza-Brianza-Lecco).

A non essere ancora pervenuta è la designazione del rappresentante della Uil.

© RIPRODUZIONE RISERVATA