Merate, negozi in sofferenza   Ci pensa “Wow” con tessere e sconti
Tante saracinesche abbassate, per incentivare il commercio arriva l’iniziativa “Wow”

Merate, negozi in sofferenza

Ci pensa “Wow” con tessere e sconti

Parte nel Meratese e poi Casatese l’iniziativa che ha riscosso successo a Lecco Confcommercio mette in atto una serie di promozioni e proposte per incentivare gli acquisti

Sbarcherà anche nel Meratese e nel Casatese l’iniziativa “Wow” promossa da Confcommercio e lanciata con un certo successo in quel di Lecco nel periodo di Natale.

Qualche giorno fa, i vertici dell’associazione di categoria hanno incontrato l’assessore al commercio di Palazzo Tettamanti Silvia Sesana, gettando le basi per un progetto che, attraverso sconti e promozioni, ha per obiettivo quello di dare ossigeno ai negozi di vicinato.

«Certamente - ha commentato l’assessore Sesana - per i negozi quello attuale non è un periodo positivo. Ci sono iniziative che io definisco sperimentali, come per esempio l’apertura di negozi come la friggitoria di via Roma, che fanno sperare per il futuro. Si tratta di offerte che rendono il panorama più vario e per questo risultano interessanti. Di sicuro, però, da qualche anno a questa parte, la situazione risulta essere piuttosto stabile ma non può certo dirsi positiva».

In questo solco, quindi, si inserisce la proposta di Confcommercio che, attraverso l’attivazione del progetto Wow, che avrà anche una declinazione seconda culturale e una terza turistica, attraverso il filone commerciale, cerca di riavvicinare i clienti ai negozi di vicinato. L’iniziativa prevede infatti la distribuzione di una tessera che garantisce sconti oltre a un libretto che raccoglie una serie di coupon da utilizzare una tantum negli esercizi aderenti.

«L’idea di Confcommercio - ha riferito l’assessore - è di portare anche nel Meratese e nel Casatese una proposta che sta già riscuotendo un certo successo a Lecco. Se il numero dei negozi che aderiranno sarà adeguato e sufficiente, Confcommercio realizzerà due circuiti: uno nel Meratese e un altro nel Casatese. Proprio per verificare quanti sono i negozianti interessati e pronti ad aderire, entro la seconda metà del mese di marzo, mi sono ripromessa di convocare una riunione. In quell’occasione, saranno forniti tutti i particolari ai negozianti».

«Certamente - ha aggiunto l’assessore - quello attuale continua a non essere un periodo positivo per i negozi di vicinato, che continuano a fare fatica. La tessera, che garantisce sconti di un certo tipo nei negozi che aderiscono, così come la brochure, che a Lecco per esempio conteneva buoni per un valore complessivo di oltre 3 mila euro, potrebbe essere d’aiuto e fungere da volano per attività di vario tipo». Il ruolo dell’amministrazione di Merate sarà quello di facilitatore e intermediario, tra l’associazione di categoria e i negozianti. In cambio, otterrà un buon numero di tessere gratuite (che normalmente vengono vendute) e che garantiscono gli sconti insieme con i libretti contenenti i coupon per i buoni che dovranno poi essere distribuiti ai cittadini di Merate e al territorio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA