Merate, Lega e Forza Italia c’è l’accordo  Sindaco del Carroccio e assessori a metà
Massimo Panzeri, attuale capogruppo di Prospettiva Comune, è il probabile candidato sindaco del Carroccio

Merate, Lega e Forza Italia c’è l’accordo

Sindaco del Carroccio e assessori a metà

Una lista compatta alle prossime elezioni del 26 maggio che includerà le civiche Il candidato con ogni probabilità sarà Massimo Panzeri, otto nomi ciascuno e vice azzurro

Accordo Lega-Forza Italia per dare vita a una lista che si presenti compatta alle prossime elezioni comunali del 26 maggio.

A sottoscrivere l’«accordo politico» i rispetti esponenti cittadini Franco Lana per la Lega e Alfredo Casaletto di Forza Italia al termine di quella che viene definita «una trattativa articolata che soddisfa le aspettative di entrambe le parti» e che, come da promesse, è giunta a quagliare a poche settimane dalla dead line dell’Epifania, dettata dal Carroccio a novembre.

L’obiettivo, specifica la nota, è quello di «portare avanti, anche a livello comunale, l’esperienza di governo positiva e di collaborazione maturata nella gestione di Regione Lombardia».

Nessuna anticipazione su quello che dovrebbe essere il candidato sindaco, la cui identità, promettono, sarà svelata verso la metà della prossima settimana.

Pochi dubbi, comunque, che debba trattarsi di Massimo Panzeri, capogruppo di Prospettiva Comune, oggi in minoranza. Il diretto interessato non conferma. Ammette però che il candidato alla fascia tricolore sarà della Lega. Concetto ribadito con forza anche dallo stesso Lana.

Sulla natura dell’accordo, Panzeri assicura che è «equilibrato» ma non aggiunge nulla di più.

Meno reticente, invece, Alfredo Casaletto, che racconta come nella lista di sedici nomi, otto saranno riservati a Forza Italia e altrettanti alla Lega.

L’accordo prevede inoltre anche una precisa ripartizione degli assessorati. Dal momento che la Lega si prenderà il sindaco, potrà avocare a sé la scelta di due assessori, tra cui una donna. Il vice sindaco sarà di Forza Italia, così come sempre azzurri saranno anche gli altri due assessori, tra cui uno donna.

La lista, continua il comunicato, «sarà aperta anche ad eventuali liste civiche in rappresentanza della società civile meratese».

A cominciare da PiùMerate, attuale gruppo di maggioranza, che difficilmente arriverà a riproporsi.

Tolti i forzisti, molti degli attuali assessori e consiglieri hanno già fatto sapere di non essere interessati a ripresentarsi. Si sono chiamate fuori gli assessori Silvia Sesana e Federica Gargantini, così come la consigliere Isabella Cogliati. Ernesto Sellitto afferma di non avere tempo. Ma voci lo danno impegnato a organizzare una lista disturbo targata +Europa. Restano Fabio Tamandi e Fiorenza Albani, che nel momento in cui il simbolo della civica fosse accettato dalla gruppo verde-azzurro, potrebbero entrare in lizza.

A complicare un po’ il panorama la figura dell’ex sindaco Dario Perego che si sta muovendo, pare con l’intenzione di sondare il terreno in modo da tentare di riproporre la civica che, un po’ a sorpresa, nel 2014, con Andrea Massironi, aveva vinto le elezioni. Sconfiggendo non soltanto il centro-sinistra ma anche Prospettiva Comune, che era appoggiata oltre che dalla Lega, giova ricordarlo, proprio da Forza Italia e Fratelli d’Italia.


© RIPRODUZIONE RISERVATA