L’inferno sui treni, l’assessore Terzi:   «Lecco non merita questo trattamento»
Lecco - Bus sostitutivo alla stazione di Lecco dopo un guasto

L’inferno sui treni, l’assessore Terzi:

«Lecco non merita questo trattamento»

L’assessore regionale ai Trasporti: «Area cruciale, disagi inaccettabili »

«Lecco è un punto cruciale dell’intera rete ferroviaria lombarda: non si merita i disagi inaccettabili di questi giorni».

L’assessore regionale ai trasporti, Claudia Terzi, torna ad attaccare Trenord per il secondo giorno consecutivo, dopo che già nel pomeriggio di mercoledì aveva ribadito che «il punto di non ritorno è stato oltrepassato». Mai così tesi i rapporti tra il Pirellone e la sua indiretta partecipata, tanto che lo stesso governatore Attilio Fontana, asserendo di «vergognarsi per quanto accaduto ai pendolari», aveva parlato di un cambio di rotta, e di progetti che richiedevano ancora qualche mese per realizzarsi.

Insomma, non è più un mistero che il triduo di passione dei pendolari lecchesi e lombardi (visto che pure ieri la linea verso Milano ha fatto registrare ritardi e cancellazioni) potrebbe costare molto caro ai vertici di Trenord. In questo senso, l’assoluta surrealtà dell’ultima settimana di trasporti regionali ha perlomeno convinto la giunta Fontana a considerare ormai improcrastinabile il tema dei rapporti con Trenord. Le parole dell’assessore Terzi, rivolte quest’oggi in particolare ai pendolari lecchesi lo confermano senz’ombra di dubbio. «Purtroppo i pendolari lecchesi, come più in generale quelli lombardi, stano subendo dei disagi inaccettabili – commenta l’assessore - La situazione è complessa e certamente non di facile risoluzione, con problematiche a volte differenti per le varie linee che attraversano il territorio della Provincia di Lecco: s’incrociano e talvolta si sommano problemi connessi a un parco mezzi vecchio, a carenze di personale e a mancanze dal punto di vista della rete infrastrutturale, quest’ultima in capo a Rfi ovvero alle Ferrovie dello Stato».


© RIPRODUZIONE RISERVATA