Lecco. Più verde l’aiuola di Stefanoni

Vicolo Granai sarà illuminato

Tra via Pergola e via Cimabue verranno piantumate varie essenze, in centro saranno invece abbelliti gli archi di metallo e installati dei led

Lecco. Più verde l’aiuola di Stefanoni Vicolo Granai sarà illuminato
Gli archi metallici in vicolo Granai con i led e i rampicanti

Si stanno concretizzando alcuni progetti di manutenzione e miglioramento degli spazi pubblici, che nascono dalla collaborazione tra il Comune e i privati.

L’aiuola all’angolo tra via Pergola e via Cimabue, vicino alla rotatoria realizzata nel 2011 su progetto dell’artista lecchese Tino Stefanoni, verrà piantumata con essenze varie.

Il tutto grazie alla società di onoranze funebri Galli, di Alberto Galli, che inoltre interverrà realizzando, su di un area di sua proprietà, un tratto pedonale di collegamento con il marciapiede di via privata Botticelli, così da agevolare il passaggio dei residenti. Verranno posizionati dei cordoli a lato marciapiede e sarà e sistemata la pavimentazione in asfalto, il tutto nell’ambito dei patti di collaborazione tra cittadini e Amministrazione comunale per la cura e la rigenerazione dei beni urbani.

E se a Belledo via Pergola si rifà il look, il vicolo Granai la pasticceria Frigerio ha ottenuto il via libera dal Comune per la sua proposta di manutenzione ordinaria e straordinaria dell’area, agendo sulle strutture metalliche di arredo, inserendo una rampicante sempreverde e l’illuminazione a led. Gli interventi comprenderanno anche la posa nel vicolo di un pannello illustrativo con la storia della città, inoltre è prevista la pulizia dei graffiti e dei vandalismi sulle facciate e sui manufatti, il tutto in accordo coi proprietari delle abitazioni che si affacciano sulla via e che spesso vengono prese di mira dagli incivili.

I titolari della pasticceria Frigerio si impegnano inoltre a custodire e mantenere puliti, per due anni dalla sottoscrizione del patto, i servizi igienici di vicolo Granai, utilizzando come magazzino di deposito il locale di proprietà comunale adiacente e garantendo l’apertura almeno gli orari previsti dall’attuale affidamento, ovvero nel periodo dall’1 gennaio al 31 maggio e dall’1 settembre al 31 dicembre, da martedì a domenica per sei ore giornaliere; mentre dal primo giugno al 31 agosto, al martedì, venerdì, sabato, domenica e festivi dalle 9.30 alle 12.30 e dalle 15 alle 19.30. Lavori che nascono dalla coesione tra aziende, cittadini e il Comune nell’ottica di mantenere puliti e di ridare ordine ad alcuni luoghi della città, il tutto in un patto di collaborazione dove l’obiettivo e far splendere la città e allontanare il degrado.

Tempo fa a Belledo in via monsignor Polvara, grazie ad una collaborazione tra associazioni animaliste, cittadini e la società “AE mec srl”, era stata sistemata l’area cani, e ancor prima sempre a Belledo grazie all’associazione “Femminile presente” il lavatoio del rione era rinato.

Piccoli lavori che hanno un grande significato e rendono più fruibili alcuni spazi pubblici.

© RIPRODUZIONE RISERVATA