Lecco. Mutui in crescita   Spinta da surroghe e tassi
Il livello dei tassi d’interesse ancora molto basso spinge la domanda di mutui

Lecco. Mutui in crescita

Spinta da surroghe e tassi

A Lecco nel terzo trimestre più 13,6%. l’erogato totale in nove mesi è stato di 207,6 milioni - Sono dati che portano il territorio ai vertici in regione

Durante l’emergenza Covid il mercato immobiliare nel Lecchese è stato sostenuto dalle erogazioni di mutui bancari con crescita a due cifre nel terzo trimestre dell’anno, con un +13,6% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.

Sul periodo più lungo di gennaio-settembre la crescita rispetto al 2019 è stata invece del 9,7%, due dati che vedono Lecco nel primo caso al disotto della media lombarda (che nel trimestre è stata del 16,5%), mentre nel confronto sui nove mesi Lecco ha fatto meglio visto che la Lombardia è cresciuta del 6,3%.

In dati assoluti, nel terzo trimestre del 2020 in provincia di Lecco le banche hanno erogato mutui per un totale di 68,6 milioni di euro, mentre da gennaio a settembre sono stati totalizzati 207,6 milioni.

I dati, nel confronto anche nazionale e regionale, arrivano dall’Ufficio Studi del Gruppo Tecnocasa sulla base del report “Banche e istituzioni finanziarie” pubblicato da Banca d’Italia nel dicembre 2020.

Nel confronto con alcune province lombarde vediamo che la provincia di Como ha erogato volumi per 164,2 milioni di euro, la variazione sul trimestre è pari a +20,1%. I primi nove mesi dall’anno hanno evidenziato volumi per 441,7 milioni, corrispondenti a +4,4%.

Fra le realtà principali, la provincia di Bergamo ha erogato 266,3 milioni, facendo registrare una variazione rispetto allo stesso trimestre dello scorso anno pari a +17,7%. Nei primi nove mesi del 2020, invece, sono stati erogati 720,6 milioni pari a +1,2%.

In dati assoluti nell’intera Lombardia le famiglie hanno ricevuto mutui per l’acquisto della prima casa per un totale di poco più di tre miliardi di euro, un dato che colloca la regione al vertice nazionale per totale erogato, con un’incidenza del 25,74% sul totale nazionale.

Rispetto allo stesso trimestre del 2019 sono dunque stati erogati 428,6 milioni di euro in più. Guardando invece al periodo gennaio-settembre 2020 le erogazioni totalizzano 8,766 miliardi di euro, circa mezzo miliardo in più rispetto ai primi nove mesi del 2019.

In Italia le famiglie nel terzo trimestre hanno acceso mutui per 11.761,0 milioni di euro, con un +10,8% rispetto al 2019, per un controvalore di 1.145,5 milioni di euro in quello che è stato dunque un nuovo trimestre di crescita delle erogazioni, che conferma la tendenza sia del secondo trimestre 2020 (quando la variazione è stata pari a +9,7%) sia del primo trimestre 2020 (+10,0%).

I primi nove mesi del 2020 si sono chiusi con 37 miliardi di euro erogati, +10,1% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.

Quella lecchese è dunque una situazione comune all’andamento positivo lombardo e anche nazionale:«Nonostante l’emergenza sanitaria legata alla pandemia – commentano gli analisti di Tecnocasa – ad oggi il mercato dei mutui alla famiglia in Italia ha ben reagito, con una stima di chiusura del 2020 su volumi intorno ai 52 miliardi di euro e una previsione sul 2021 in linea con tali valori».

I tassi di interesse mantenuti bassi dalla politica della Bce hanno agevolato l’accesso al credito, e tuttavia «il trend generale nel 2021 dipenderà dall’andamento della domanda del mercato, sia nella sua componente di acquisto, sia nelle operazioni di surroga e sostituzione».


© RIPRODUZIONE RISERVATA