Lecco. Mostra dell’artigianato

Un successo anche sul web

La rassegna Il canale digitale resterà anche in futuro

Lecco. Mostra dell’artigianato Un successo anche sul web
Fabio Dadati, presidente

LECCO

Il premio qualità verrà assegnato oggi, ma di una cosa sono certi gli organizzatori: tutti gli espositori della Mostra dell’artigianato sono da lodare per aver preso parte a questa edizione digitale, con coraggio e creatività. La quarantasettesima rassegna promossa da Confartigianato Como e Confartigianato Lecco con Lariofiere e con il sostegno della Camera di commercio, è anche la prima virtuale.

Unica scelta possibile per battere l’emergenza sanitaria e non cancellare la fiera, ma non era scontata. «Tutti sono stati pronti a mettersi in gioco – rileva Ilaria Bonacina, che guida il Comitato organizzatore – Direi che è andata egregiamente, gli eventi sono stati molto seguiti e devo fare i complimenti a Lariofiere, anche per le connessioni e l’organizzazione, mai si è verificato un problema».

I centodieci artigiani nei loro stand digitali (basta entrare su www.mostrartigianato.com e poi si clicca sulle varie botteghe) sono stati pionieri in grado di rivelarsi attrezzati, anche oltre le aspettative. Persino chi lo era di meno, non si è tirato indietro e ha imparato qualcosa in più che ora gli offre un vantaggio competitivo. Poi tutti sperano di potersi anche trovare in presenza, in un futuro non troppo lontano: «Ma fisico e digitale ormai hanno una doppia valenza, li avevamo previsti entrambe per questa fiera. Questa esperienza ci ha fatto passare anche limiti che magari ci ponevamo».

Anche il presidente di Lariofiere Fabio Dadati è persuaso che questa ibridazione resterà: «Moltiplicando le opportunità. Anch’io sono contento, abbiamo investito nelle attrezzature, il nostro ufficio tecnico ha lavorato bene. Stiamo ragionando ad esempio in che modo portare anche su RistorExpo qualcosa di più da questo punto di vista». Ribadendo che tutti sperano di vedersi dal vivo, aggiungere un canale digitale può aiutare a diffondere ulteriormente e si guarda alle fiere avanti.

Secondo Dadati il bilancio è positivo dunque: «Gli artigiani ci hanno creduto, il Comitato ha dato la spinta agli espositori e si è vista una sinergia importante. Gli incontri sono stati molto partecipati, per quanto riguarda Meci (l’evento dell’edilizia si è unito alla Mostra dell’Artigianato, ndr) c’era anche la valenza dei crediti formativi. Bisogna dire che diverse aziende erano già strutturate in termini digitali, chi era già avanti sulle vendite online ha avuto una maggiore efficacia, ma chi era indietro ora ha trovato questa strada».

© RIPRODUZIONE RISERVATA