Lecco Lallabio chiusa:   I sindaci: «La valle inascoltata»
La cartina con i percorsi alternativi pubblicata da Anas

Lecco Lallabio chiusa:

I sindaci: «La valle inascoltata»

Alessandra Consonni tuona contro Anas «Non siamo stati consultati», critico anche Invernizzi a Cremeno Meno preoccupati i primi cittadini di Barzio e Pasturo: «La sicurezza viene prima di tutto, i lavori vanno fatti»

«Ballabio e la Valsassina devono essere ascoltate»: il sindaco di Ballabio Alessandra Consonni prende posizione rispetto alla decisione presa da Anas di chiudere la carreggiata sud della Lecco-Ballabio, quella in direzione del capoluogo, dalle 9 del lunedì alle 17 del venerdì nel periodo dal 26 febbraio al 30 marzo, per il lavori di manutenzione a un muro danneggiato da un urto con un mezzo pesante.

«Avevamo alternative»

Il Sindaco Consonni rende noto di aver provato a cercare soluzioni alternative: «stiamo ancora attendendo l’ordinanza di Anas che dovrà entrare nel dettaglio dell’intervento, soprattutto vorremmo capire se sia stata considerata o meno la richiesta, presentata immediatamente dal nostro Comune, di adottare ogni possibile soluzione alternativa volta a mitigare i disagi per la popolazione valsassinese e le ricadute negative per il territorio. Abbiamo proposto alcune opzioni diverse da quelle prospettate, ma la nostra richiesta non ha ancora avuto risposta. Tuttavia, visto il tenore del preavviso appena ricevuto in Municipio, temo in un esito negativo: se così fosse dovremmo rilevare che, ancora una volta, vengono prese decisioni senza considerare le esigenze delle parti in causa».

Leggi il servizio completo su La Provincia di Lecco in edicola giovedì 22 febbraio


© RIPRODUZIONE RISERVATA