Lecco, il teatro chiuso

diventa un dormitorio

Alcuni senzatetto stanno usando gli ingressi del Sociale come giaciglio per queste notti già fredde - A novembre riaprirà il rifugio notturno della Caritas a Olate, ma intanto queste persone sono all’addiaccio

Lecco, il teatro chiuso diventa un dormitorio

Ora si capisce perché il passaggio tra piazza Affari e piazza Garibaldi è così maleodorante e pieno di “lasciti” umani. È semplicemente la toilette a cielo aperto del Teatro della Società chiuso da mesi in attesa dei lavori che verranno. Infatti i cittadini hanno notato da qualche tempo a questa parte alcuni senza tetto che, rannicchiati a proteggersi dai primi freddi tra le tre vetrate d’ingresso e lo scalino, bivaccano nottetempo, ma anche di giorno, sotto le arcate dei tre ingressi. Forse per pudore hanno lasciato libero l’ingresso principale, occupando i due laterali. Benignamente.

Però è chiaro che si debbano trovare soluzioni per questi senza fissa dimora. A novembre riaprirà il rifugio notturno Caritas all’ex asilo Casa Vincenza di Olate, ma nel frattempo queste persone dove staranno? È evidente che lasciarle lì dove sono non è dignitoso per loro, come persone, e non lo è neanche per il centro cittadino.

L’articolo completo su La Provincia di Lecco in edicola oggi, 5 ottobre

© RIPRODUZIONE RISERVATA