Lecco. Gratuiti ma vuoti  Quanti posteggi snobbati
Il posteggio della Ventina, a Pescarenico, è ancora poco sfruttato rispetto alle sue potenzialità

Lecco. Gratuiti ma vuoti

Quanti posteggi snobbati

Il parcheggio di via Mattei a Castello (120 posti) ancora semivuoto a quattro mesi dall’apertura - Poco usati anche quelli della Ventina e di via Nassiriya

Semivuoto il posteggio di via Mattei a Castello, nella zona di via Ponte Alimasco. Poco utilizzato il parcheggio di via Nassiriya ad Acquate, dove gli spazi occupati sono perlopiù quelli dati in uso all’ospedale Manzoni, convenzionato con il Comune. Non utilizzato come dovrebbe il parcheggio della Ventina a Pescarenico, visto che con la chiusura del supermercato Pozzoli molti usano il piano sotterraneo dell’attività commerciale, che è gratuito. Pieni come sempre i posteggi attorno al centro città.

«La situazione del posteggio di via Mattei a Castello è grottesca, lo spazio è libero, si può posteggiare gratuitamente, ma purtroppo a quattro mesi dall’apertura, è ancora poco sfruttato. Tutti bravi e pronti a lamentarsi che in città non ci sono posti auto, che il ticket costa caro e poi i parcheggi gratuiti sono vuoti, soltanto perché non a ridosso del centro città», sbotta l’assessore ai lavori pubblico Corrado Valsecchi.

«Abbiamo fatto sapere sia al Tribunale che all’Agenzia delle entrate, che hanno le loro sedi poco lontano la possibilità di posteggiare in via Mattei gratuitamente, ma niente di fatto, c’è chi quasi preferisce lasciare l’auto in divieto rischiando una sanzione piuttosto che fare quattro passi a piedi - prosegue Valsecchi -. E anche la domenica, quando c’è la partita questo posteggio, che sarebbe l’ideale, poco lontano dallo stadio, viene snobbato. Del resto durante il periodo di Natale via Mattei era quasi vuoto e gli altri parcheggi, a pagamento, pieni perché vicini al centro».

Sono 120 i posti auto disponibili in via Mattei, in un’area riqualificata, pulita e ordinata e ne vengono utilizzati una trentina, probabilmente la zona di via ponte Alimasco sembra tanto lontano dal centro città, ed invece non è neppure così distante, considerato che dal cimitero di Castello si arriva in via delle Rimembranze e da lì a Castello per scendere in centro. L’area di via Mattei è vicina al Tribunale, ma anche qui non sembra ancora entrata nell’ottica dell’utilizzo.

Non ancora usato al meglio, nonostante le sue potenzialità, il parcheggio a pagamento della Ventina a Pescarenico, pure da qui verso il salotto buono ci vogliono una decina di minuti a piedi, in alternativa si può prendere l’autobus.

«Alla Ventina qualche abbonamento è arrivato e il posteggio inizia ad essere sfruttato, ma non è ancora a regime», prosegue Valsecchi. A “rubare” clienti è il posteggio del vicino supermercato Pozzoli chiuso da gennaio, che permette di parcheggiare, al coperto gratuitamente.

«In via Nassiriya il piano raso terra è a sosta libera, e potrebbe essere sfruttato molto di più, abbiamo una convenzione con l’ospedale che ha in uso uno spazio. Anche questo parcheggio purtroppo sembra essere così lontano dal centro mentre non lo è: dei 207 posti disponibili ne vengono usati regolarmente un centinaio. Nei prossimi mesi sempre nelle vicinanze, lungo corso Promessi sposi apriremo un’altra area con ulteriori 85 spazi; vedremo se la gente li sfrutterà».

Negli ultimi tempi sembra invece avere innestato la marcia giusta il posteggio del Broletto che si apre su via Grassi: dopo un avvio stentato sta entrando nelle abitudini di chi arriva in città. «Tutti vorrebbero il posto auto in centro, ma non è possibile, e come Comune abbiamo offerto numerose alternative – continua Valsecchi -. Il posteggio di via Mattei resterà comunque gratuito». Già poco usato senza ticket, a pagamento resterebbe vuoto.


© RIPRODUZIONE RISERVATA