Lecco: è ufficiale  Ciresa candidato sindaco
Giuseppe “Peppino” Ciresa sarà il candidato al Comune di Lecco per Lega e centrodestra

Lecco: è ufficiale

Ciresa candidato sindaco

Lega, Forza Italia e Fratelli d’Italia rompono gli indugi, l’annuncio è arrivato in serata: «Far rinascere la città dopo gli anni del centrosinistra, accogliendo le richieste del mondo moderato»

«Peppino Ciresa sarà la nostra guida, la guida di un gruppo che si candida a governare la città».

La nota ufficiale arriva ieri sera, dopo il sì di Matteo Salvini di martedì scorso anticipato dal nostro giornale e dopo l’accordo finale sottoscritto ieri dalle direzioni regionali di Lega, Fratelli d’Italia e Forza Italia. Una nota che muove i suoi passi da un primo dato di fatto: «Lega, FdI e FI, con le rispettive segreterie politiche, cittadine e provinciali, con i rappresentati regionali e i parlamentari del territorio, con le forze politiche di centrodestra espressione della società civile, sono felici di comunicare che il candidato sindaco del centrodestra è ufficialmente il lecchese Peppino Ciresa, presidente di Confcommercio Lecco dal 2006 al 2016 e storico presidente del Cai. Il candidato, espressione delle forze politiche che compongono l’intera coalizione, è il frutto di un accurato percorso gestito con diligenza, responsabilità, serietà e impegno dalle segreterie locali e regionali fino al livello nazionale».

La nota è di fatto firmata dai rappresentanti dei quattro contenitori politici che animeranno la coalizione di centrodestra: Stefano Parolari ed Emanuele Mauri (commissario provinciale e segretario cittadino di Lega Salvini Premier), Beppe Mambretti a nome di “Lecco Merità di Più” e Davide Bergna come coordinatore provinciale Forza Italia, Fabio Mastroberardino ed Enrico Castelnuovo (coordinatore provinciale e portavoce Cittadino FdI), e anche dall’olimpionico Antonio Rossi che, come più volte accennato, si sta facendo carico dello sbarco a Lecco dell’esperienza di Lombardia Ideale. «Peppino Ciresa è da questo momento chiamato a guidare un gruppo che si candida a governare la città – proseguono i dirigenti di partito e delle civiche - per farla rinascere dalla politica di centrosinistra che l’ha mortificata e che si è mostrata inadeguata, coniugando tutte le istanze provenienti dal mondo moderato, esercitando quello stesso ruolo di sintesi che in passato lo ha già visto protagonista. Siamo ben coscienti delle aspettative che la città ed il territorio hanno maturato in questi anni e riteniamo che il centrodestra abbia tutte le carte in regola per candidarsi alla guida della nostra Lecco, con un programma ambizioso, riconquistando quell’immagine positiva che i lecchesi meritano e ben ricordano».

Infine, un accenno alle scadenze future: «Nei prossimi giorni verranno scanditi gli impegni legati alla campagna elettorale e alla presentazione dei programmi, compatibilmente e nel rispetto dell’emergenza in corso che ci vede tutti impegnati in prima linea, insieme alle istituzioni regionali lombarde e ai parlamentari presenti sul territorio». Un manifesto di ritrovata unità, insomma, che incorona quello che è il terzo candidato sindaco dopo gli annunci di Mauro Gattinoni e Corrado Valsecchi. All’appello manca il Movimento 5 Stelle, che sarebbe ormai indirizzato verso il nome del giovane Silvio Fumagalli, e la sinistra, non ancora certa di presentare la propria lista e in stand-by per almeno un’altra settimana. Fuori gioco, invece, il consigliere dolzaghese Luigi Aglioni.


© RIPRODUZIONE RISERVATA