Lecco. «Decisioni rapide

e nuove strategie»

Il presidente Marco Gilardoni anticipa il futuro dell’impresa di Mandello dopo il riassetto societario: «Grazie alle competenze dell’azienda, abbiamo costituito la divisione sicurezza e prevenzione epidemiologica»

Lecco. «Decisioni rapide e nuove strategie»

«Alla Gilardoni raggi X è iniziato un nuovo corso che vede protagonisti la famiglia, che da sempre gestisce l’azienda, ma anche tutto il team ed il management».

Sono le parole del presidente Marco Gilardoni, che sintetizzano come in questo 2020 così complicato, la Gilardoni raggi X di Mandello non si sia fermata, ma abbia rilanciato con una ristrutturazione societaria che guarda al futuro. «Quest’anno – continua Marco Gilardoni – è stato molto complesso a causa della pandemia. Tutta una serie di business, che appartengono alla nostra storia, sono stati stravolti. Faccio solo l’esempio della sicurezza aerea, che va a toccare un settore entrato in crisi con l’emergenza sanitaria. Però, come sempre, anche ai fatti negativi e stravolgenti si può reagire se si è reattivi. Questo è accaduto alla Gilardoni raggi X . A fine ottobre abbiamo cambiato la struttura societaria. L’intero capitale della Gilardoni spa è stato acquisito dalla Gilma spa».

Già azionista di maggioranza, Gilma diventa così socio unico della Gilardoni, numero uno in Italia e tra i principali produttori mondiali di apparati a raggi X e di sistemi a ultrasuoni destinati alla sicurezza, al settore medicale e ai cosiddetti controlli non distruttivi. «Si tratta di un passo importante – precisa Marco Gilardoni – perché evidenzia l’importanza del percorso iniziato negli ultimi tre anni. Un percorso che ha puntato alla crescita attraverso lo sviluppo tecnologico e la ricerca. Gli investimenti nel 2019 sono stati il 10-15% del fatturato di circa 32 milioni di euro. Tengo a sottolineare che dei 220 nostri dipendenti, 44 sono ricercatori».

Un cambiamento volto alla crescita ed all’internazionalizzazione: «Si tratta di un cambio importante per dare all’azienda una stabilità di governance e rendere più veloci le decisioni. – puntualizza Marco Gilardoni – Tutto questo è stato possibile grazie anche a tutto il team Gilardoni ed alla grande capacità del management. La famiglia Gilardoni crede in questo nuovo corso ed ha voluto andare avanti senza tentennamenti». A conferma di questa volontà di affrontare il presente da protagonisti, durante il primo lockdown in Gilardoni è nata la divisione “Sicurezza e prevenzione epidemiologica”, che ha ideato e realizzato due linee di prodotti innovativi. Stiamo parlando di Breva, un rivoluzionario sistema touchless di gestione dei bagagli a mano integralmente automatizzato, e Ozygil è un sistema a nastro che, attraverso una nebbia secca a base di ozono, consente la sanificazione di superfici e oggetti contro virus, coronavirus e batteri. «Questa è la nuova Gilardoni – conclude il presidente – entriamo in un’altra area con il nostro supporto tecnico e scientifico, che fa dell’innovazione e della ricerca gli elementi basilari per crescere».

© RIPRODUZIONE RISERVATA