Lecco. Crisi Covid sui consumi   I prezzi scendono dello 0,4%
Prezzi in discesa a Lecco

Lecco. Crisi Covid sui consumi

I prezzi scendono dello 0,4%

Deflazione: il calo è più accentuato nella nostra provincia rispetto alla media italiana

I prezzi scendono, ma la notizia è buona solo a metà, perché i consumatori risparmiano, ma la causa è la crisi che ha lasciato indenni poche famiglie. Il Paese è in deflazione: la media dei prezzi rilevata dall’Unione nazionale consumatori ha subito durante il 2020 un calo di 0,2 punti percentuali a livello nazionale. Un dato che, in base alle stime dell’associazione, raddoppia se si scende nel dettaglio lecchese.

L’ufficio studi ha analizzato gli effetti concreti di questa variazione sulla spesa delle famiglie italiane. Per una coppia con due figli la contrazione dei prezzi significa avere sostenuto lo scorso anno una minor spesa di 77 euro.

Per una coppia con 1 figlio, la riduzione del costo della vita dello scorso anno è stata pari a 76 euro. Un pensionato con più di 65 anni ha invece potuto risparmiare 37 euro, contro i 93 di un single con meno di 35 anni.

Il dettaglio degli scostamenti lecchesi non è definitivo, ma considerato il fatto che la deflazione in provincia ha toccato lo 0,4% è facilmente intuibile come gli importi risparmiati si aggirino attorno al doppio per ciascuna tipologia di nucleo. Quindi, attorno ai 150 euro per due genitori con due figli e così via.

Rispetto alle divisioni di spesa, il record dei rincari spetta, in termini di aumento del costo della vita, ai prodotti alimentari e bevande analcoliche, i beni di prima necessità che i cittadini hanno potuto acquistare sempre, anche durante il lockdown. In questo senso, l’incremento stimato di 1,2 punti per Lecco porta a una maggiore spesa di circa 100 euro.

Si contraggono in modo importante anche i costi relativi all’abitazione (acqua, elettricità, gas e altri combustibili), che a Lecco si riducono del 4,5% rispetto a una media nazionale di poco superiore ai 3 punti. Tutti i dati, in pratica, sono peggiori sul nostro territorio (e in generale in Lombardia) rispetto a quanto rilevato a livello nazionale, a dimostrazione di quanto la pandemia e il conseguente lockdown abbiano inciso (e stiano continuando a farlo) sull’economia, sui redditi e sui consumi.


© RIPRODUZIONE RISERVATA