Lecco, coppia di anziani  tenta di incassare vaglia falsificato
L’operazione è stata condotta dalla Squadra Volanti

Lecco, coppia di anziani

tenta di incassare vaglia falsificato

Valore 15mila euro. Smascherata dai dipendenti delle Poste, i poliziotti hanno trovato in casa un archivio di documenti

Hanno cercato di incassare un vaglia postale del valore di 15mila euro, ma ai dipendenti della filiale di Poste Italiane di via Dante qualcosa non quadrava, così hanno chiamato il 112.

Sul posto, nel pomeriggio di martedì, gli agenti della Squadra Volante della Questura cittadina, che hanno effettuato controlli sul titolo che una coppia di anziani lecchesi aveva tentato di “monetizzare”. Il vaglia presentava incongruenze nella stampa e nelle misure di sicurezza, tanto da suscitare fondati dubbi che si trattasse di un titolo falso.

Una volta che è stato chiaro che il titolo non era “buono”, i poliziotti hanno proceduto alla perquisizione dell’abitazione di marito e moglie: nell’abitazione è stata rinvenuta una sorta di archivio di dati sensibili non riconducibili alla coppia, costituito da copie di documenti di identità, codici fiscali, titoli di pagamento, cambiali, documentazione personale, pratiche di finanziamento, codici IBAN e atti giudiziari di soggetti vari, anche minori degli anni 18, genericamente ed evasivamente indicati come conoscenti.

I particolari su “La Provincia di Lecco” in edicola giovedì 15 giugno


© RIPRODUZIONE RISERVATA