Lecco. Contributi evasi
Controlli più veloci

I Consulenti del lavoro hanno siglato un’intesa con la sede Inps di Lecco per un servizio snello - Attivata una casella di posta dedicata al rilascio dei certificati Durc per migliorare le risposte alle necessità aziendali

Lecco. Contributi evasi Controlli più veloci
La sede Inps di Lecco in corso Carlo Alberto

Un accordo tra Consulenti del lavoro di Lecco e direzione provinciale Inps per migliorare l’erogazione dei servizi e monitorare l’eventuale insorgenza di criticità.

È stato presentato in Camera di Commercio, davanti a circa cento consulenti del lavoro (tra quelli presenti nell’auditorium della Casa dell’economia di via Tonale e quelli collegati da remoto), il protocollo d’intesa sottoscritto a dicembre dai rispettivi vertici.

L’occasione è stata utile anche per approfondire altri temi di particolare interesse, quali la corretta gestione delle domande di ammortizzatori sociali, l’utilizzo del nuovo cassetto bidirezionale e la corretta gestione e variazioni dei flussi previdenziali Uniemens.

Dopo i saluti introduttivi, il presidente dell’Ordine provinciale dei Consulenti del lavoro di Lecco, Matteo Dell’Era si è soffermato sugli aspetti innovativi e gestionali del Protocollo provinciale.

«Essenziale – ha evidenziato Matteo Dell’Era - il passaggio dedicato agli obiettivi condivisi, che consistono in modo particolare nell’individuare soluzioni che permettano di rendere più efficiente l’attività amministrativa a favore di lavoratori ed imprese, nonché per contrastare fenomeni di abusivismo professionale».

Dal canto suo, la direzione territoriale dell’Inps «ha reso disponibile una casella di posta dedicata per i problemi legati al rilascio del Durc, impegnandosi al contempo, in situazioni particolarmente complesse ed urgenti per le quali non si è trovata una soluzione con l’utilizzo del cassetto bidirezionale, a mettere a disposizione un contatto mail con il responsabile dell’Agenzia flussi. Nell’ottica di agevolare la professionalità degli operatori, l’Istituto si è inoltre impegnato a segnalare i soggetti che esercitano abusivamente la professione di Consulente del lavoro revocando autorizzazioni d’accesso».

L’Ordine professionale, invece, opererà per «sensibilizzare gli iscritti all’utilizzo esclusivo del cassetto bidirezionale nelle comunicazioni con l’Inps, ma provvederà anche a presidiare e riscontrare tempestivamente alle comunicazioni inviate tramite Cassetto e Pec e garantirà il costante, corretto e tempestivo inoltro dei Flussi contributivi Uniemens».

A completare il quadro, si procederà con l’istituzione di un tavolo tecnico permanente di analisi e confronto, promovendo iniziative informative e formative su temi previdenziali e contributivi. L’impegno delle parti sarà anche rivolto alla prevenzione del contenzioso in materia contributiva e allo scambio reciproco di informazioni, circolari e messaggi.

Seduti al tavolo dei relatori, oltre al direttore Inps di Lecco e al presidente dell’Ordine dei consulenti del lavoro di Lecco hanno dato il loro contributo alla giornata Arturo Mastranzo (responsabile Agenzia flussi), Riccardo Pantusa (responsabile del Presidio sulla qualità dei flussi informativi) e Antonella Carnovale (funzionario del presidio sulla qualità dei flussi informativi).

© RIPRODUZIONE RISERVATA