LECCO, CASO DI CORONAVIRUS E’ UN DIPENDENTE SNAM
L’ospedale Manzoni di Lecco

LECCO, CASO DI CORONAVIRUS
E’ UN DIPENDENTE SNAM

Secondo la società l’uomo, ricoverato al Manzoni, è in discrete condizioni di salute

C’è un lecchese positivo al coronavirus. Lo rende noto la Snam informando che l’uomo, che lavora nella sede di San Donato Milanese, ha riferito ieri pomeriggio di essere risultato positivo al coronavirus/Covid-19 dopo essersi sottoposto al test all’ospedale Manzoni di Lecco. Nessuna conferma dall’azienda ospedaliera.
«Il collega, in ufficio fino allo scorso venerdì - informa la nota della Snam -, ha accusato sintomi febbrili nel fine settimana ed è stato sottoposto a tampone all’ospedale di Lecco, dove risiede. E’ in discrete condizioni di salute e la società gli sta offrendo tutto il supporto necessario. Snam, come è noto, ha già adottato fin dallo scorso settimana tutte le misure precauzionali per garantire la salute e la sicurezza delle proprie persone, che per l’azienda è la priorità assoluta. Tutti i dipendenti delle regioni Lombardia, Emilia-Romagna, Piemonte e Veneto - con limitate eccezioni per garantire la normale operatività - sono in smart-working già da lunedì scorso e fino al prossimo 8 marzo».

Snam ha avviato le azioni previste dai protocolli, offrendo la propria collaborazione alle autorità sanitarie e ponendo in essere le opportune misure di sanificazione e igienizzazione dei locali. Snam ha costituito fin dallo scorso venerdì un gruppo di lavoro dedicato, in costante contatto con la Protezione Civile e le autorità sanitarie».


© RIPRODUZIONE RISERVATA