Le donne in primo piano Un libro sull’imprenditoria “rosa”
L’incontro con la stampa di ieri

Le donne in primo piano
Un libro sull’imprenditoria “rosa”

Il ruolo delle donne nelle attività imprenditoriali

«Le aziende femminili hanno vita più lunga rispetto a quelle maschili, quindi a maggior ragione le donne si devono mettere in gioco per contribuire ad aumentare il Pil dell’azienda-Italia».

Il ruolo delle donne deve crescere in termini di peso specifico anche in ambito imprenditoriale, perché il loro contributo a risollevare l’economia del Paese può essere determinante.

A lanciare questo nuovo appello al cosiddetto sesso debole (definizione che ormai può essere tacciata come discriminatoria) è stata ieri Loretta Lazzarini, presidente del Comitato per l’imprenditoria femminile di Lecco, che con la vicepresidente Maria Venturini e l’intero direttivo – oltre che con il supporto di diversi sponsor esterni – ha deciso di fissare su carta una parte importante dell’esperienza che questo organismo e le imprenditrici lecchesi hanno vissuto negli ultimi anni.

“Donne protagoniste – La società che cresce anche nell’esperienza di alternanza scuola-lavoro” è infatti il titolo della pubblicazione che il Cif ha voluto realizzare ripercorrendo i temi del convegno dello scorso aprile, raccontando la testimonianza delle imprenditrici e professioniste lecchesi che sono state premiate nell’occasione per la continuità (oltre i 25 anni) della loro attività lavorativa.

«Il libro parla delle donne protagoniste – ha evidenziato Lazzarini - per evidenziare lo sviluppo della cultura imprenditoriale femminile e indicare questo elemento come un punto da cui ripartire. È fondamentale che le donne prendano in mano il pallino, anche perché la mortalità delle aziende maschili dal 2008 ad oggi è stata più alta di quella femminile a livello nazionale. Quindi, dobbiamo essere prese in considerazione in modo adeguato anche da politica, finanza ed imprenditoria».

Il libro, dunque, vuole essere «uno scrigno da lasciare alle future generazioni», una sorta di manuale dal quale si possa prendere liberamente spunto.

A illustrare il risultato editoriale (il libro – 116 pagine - sarà a disposizione da venerdì sugli store informatici, mentre nelle librerie arriverà dopo Natale, ad un costo di 10 euro) è stata Giovanna Mazzoni, titolare della casa editrice che ha editato il testo.

«Il convegno dello scorso aprile, cui è ispirato il libro, ha parlato del progetto di alternanza che il Cif ha portato avanti. Quindi abbiamo messo insieme questi spunti creando una sorta di manuale sull’alternanza e una panoramica sull’imprenditoria femminile con i dati Unioncamere», che allo scorso settembre indicavano in oltre 5.000 le imprese a gestione femminile.

«Abbiamo voluto rendere disponibile questo materiale per chi si approccia al tema dell’alternanza, strumento importante non solo per le future generazioni ma anche per le nostre imprese».

Presenti alla anteprima anche diverse delle imprenditrici protagoniste del volume, con la giornalista del Sole 24 Ore Elena Delfino e il preside del Fiocchi, Claudio Lafranconi.


© RIPRODUZIONE RISERVATA