La Valletta, don Giorgio denuncia Salvini  «Al processo ha dichiarato il falso»

La Valletta, don Giorgio denuncia Salvini

«Al processo ha dichiarato il falso»

Gli avvocati del sacerdote stamattina hanno depositato in Tribunale a Lecco la querela - «Ha mentito due volte in aula a settembre, non ho mai detto che è un ladro e che va ucciso»

Don Giorgio De Capitani ha querelato l’ex ministro Matteo Salvini. Questa mattina, gli avvocati del prete, Emiliano Tamburini e Marco Rigamonti, hanno depositato in Tribunale a Lecco una denuncia querela nei confronti del numero uno della Lega. L’accusa nei confronti di Salvini è quella di avere dichiarato il falso in Tribunale, nel processo che lo ha opposto a don Giorgio. Per questo, il sacerdote pretende anche che il leader del Carroccio venga iscritto nel registro degli indagati.

«Salvini - spiega don Giorgio - ha dichiarato il falso due volte, come risulta dalle nostre registrazioni. La prima volta nel momento in cui ha ripetuto una frase in cui parlava di rom e topi. L’aveva detta in un modo e in tribunale l’ha ripetuta in un altro. Ma, cosa più grave, ha detto il falso quando ha raccontato che avevo affermato che era giusto ucciderlo perché è un ladro. Il video a cui fa riferimento dice esattamente l’opposto».

L’articolo completo su La Provincia di Lecco in edicola domani, 30 novembre


© RIPRODUZIONE RISERVATA