LA SUPPLICA A SAN NICOLO’  PERCHE’ PROTEGGA LECCO
La statua di San Nicolò sul lungolago (Foto Menegazzo)

LA SUPPLICA A SAN NICOLO’

PERCHE’ PROTEGGA LECCO

Alle 12 il prevosto e il sindaco sul lungolago per affidare la città al Santo

A mezzogiorno, il prevosto Davide Milani, affiderà a Dio, per intercessione di San Nicolò, di tutti i santi, e della beata Vergine, la città di Lecco e i suoi abitanti, i malati, i defunti, il personale medico e infermieristico, e tutti coloro che stanno operando per alleviare gli effetti drammatici di questa emergenza. Un momento di preghiera e di supplica che si terrà alla statua di San Nicolò sul lungolago in piazza Stoppani, a cui sarà presente anche il sindaco Virginio Brivio. «Secoli e secoli fa i nostri antenati hanno scelto alcuni santi per proteggere la nostra città e le singole comunità parrocchiali - spiega il prevosto -. A loro sono rimasti sempre fedeli: per festeggiarli nei momenti di gioia, per invocarli nel momento della sofferenza e del lutto. come hanno fatto i nostri padri per più di mille anni durante carestie, invasioni, guerre, epidemie, anche noi, fiduciosi, ci affidiamo alla loro protezione affinché ci aiutino a riconoscere dentro questa dura realtà la presenza salvifica di Gesù, a rimanere uniti e solidali, a ritrovare speranza».


© RIPRODUZIONE RISERVATA