«La Lega ha perso voti?   È stato un gioco di squadra»
Peppino Ciresa raggiunge la sede elettorale sostenuto dagli esponenti del centrodestra

«La Lega ha perso voti?

È stato un gioco di squadra»

Sotto le atteseIl segretario Emanuele Mauri spiega il calo dei consensi. «La nostra scelta è stata di guardare ai moderati per vincere al primo turno»

La Lega si ferma al 13,5%, sotto di 2,5 punti rispetto alle comunali di cinque anni fa e di ben 23 rispetto alle regionali dello scorso anno quando aveva ottenuto oltre 8mila voti (36,7%) rispetto ai 3100 di questa tornata amministrativa.

Un dato che il segretario cittadino della Lega, Emanuele Mauri, inquadra in questi termini: «Sicuramente il risultato in termini assoluti non è soddisfacente, ma come era configurata la coalizione di centrodestra, avevamo messo in conto l’impatto negativo sul nostro risultato. Fin dall’inizio abbiamo promosso un candidato civico per mandare un messaggio al mondo moderato. Abbiamo promosso il civismo anche nelle liste con la scelta di Antonio Rossi come capolista di Lecco Ideale che in qualche modo è espressione del nostro ambiente. Tutto questo ha giocato sul risultato della Lega». Una scelta, quella di puntare sui moderati, che era stata voluta dallo stesso Salvini: «Tutti quanti ci siamo contesi questo tipo di voto e non è certo un bacino che si può allargare all’infinito. Fin dall’inizio avevamo come obiettivo non premiare noi stessi ma la coalizione e il candidato sindaco, con l’elezione al primo turno che è stata mancato di pochi voti. È questa la cosa che ci spiace di più». Insomma, in qualche modo la Lega rivendica parte dell’ottimo risultato di Lecco Ideale arrivata al 12,7%: «L’assetto della coalizione – continua Mauri - era molto votato al civismo e al candidato sindaco e questo ha tolto visibilità alla nostra lista. Anche la campagna elettorale che abbiamo fatto come Lega è stata molto prestata all’immagine civica che ci eravamo dati. Ma è stata una scelta consapevole per vincere al primo turno, risultato mancato per poco, ripeto. È questo il vero aspetto negativo. La civica ha avuto un risultato equiparabile al nostro senza avere uno zoccolo duro politico. Anche Lecco Merita di Più che fa capo a Forza Italia ha preso qualche punto in più del loro solito bacino di voti. Questo fatto lo avevamo considerato come propedeutica per un successo di Ciresa all’interno dell’ambiente moderato della città».

Non cambierà l’impostazione in vista del ballottaggio: «Sarà questa la linea che continueremo a portare avanti anche nelle due settimane che ci porteranno al prossimo turno. Ribadisco: continueremo a promuovere l’immagine civica che ci ha contraddistinto fino adesso». Una nuova visita di Salvini al momento non è in agenda: «Sarà valutata nei prossimi giorni, andando a verificare la sua disponibilità. Se sarà necessario lo inviteremo. Al momento lavoriamo sulle priorità della città».


© RIPRODUZIONE RISERVATA