Incontro ravvicinato all’alba  Dietro casa quattro cinghiali
Uno degli esemplari nella foto che la donna è riuscita a scattare prima di darsi alla fuga

Incontro ravvicinato all’alba

Dietro casa quattro cinghiali

Lecco. Grande spavento a San Giovanni per una residente che è corsa in casa. «Abbiamo paura, ho chiamato la Forestale ma pare che si possa fare poco»

Girare l’angolo di casa e trovarsi a pochi metri di distanza da quattro grossi cinghiali.

È un incontro che Gabriella Bonaiti avrebbe volentieri evitato, quello che martedì mattina l’ha posta di fronte ai quattro animali che ormai da anni imperversano sopra San Giovanni di Lecco e che negli ultimi tempi hanno preso l’abitudine di avvicinarsi alle abitazioni. La presenza dei cinghiali nell’area boschiva che arriva fino a via Cavagna non è certo un segreto, ma il faccia a faccia con questi pericolosi animali è un’esperienza che gli abitanti vorrebbero non ripetere. «Erano le 5.20 e stavo andando all’auto per recarmi al lavoro – spiega - Girato l’angolo di casa, a una ventina di metri dalla vettura, mi sono trovata di fronte tre cinghiali, mentre il quarto era più lontano. Mi si è gelato il sangue e dopo un attimo in cui sono rimasta paralizzata sono corsa in casa».

Tutti i dettagli e il racconto completo, nell’ampio servizio su “La Provincia di Lecco” in edicola mercoledì 12 settembre.


© RIPRODUZIONE RISERVATA