In casa aveva tre chili di “fumo”

Condannato a quindici mesi

Guai per un 24enne di Lecco fermato in auto con un amico. E’ già tornato in libertà

In casa aveva tre chili di “fumo” Condannato a quindici mesi
La droga sequestrata dai carabinieri

È stato fermato per un normale controllo mentre era in auto in compagnia di un amico ed è stato trovato in possesso di pochi grammi di marijuana: a quel punto i carabinieri hanno deciso di “approfondire il caso” e dalla perquisizione a casa sua è emerso il resto, che lo ha portato a trascorrere la notte in cella di sicurezza e a essere giudicato ieri mattina con rito direttissimo in tribunale.

Un giovane lecchese aveva realizzato una vera e propria serra per coltivare la marijuana, con tanto di lampade, condotti in alluminio per l’areazione ventilata e filtri, oltre ad avere ben 2,5 chilogrammi di erba già confezionati, secondo i carabinieri pronti per lo spaccio, e altri quattro panetti di hashish per un totale di 400 grammi di stupefacente.

E’ quanto hanno trovato gli uomini dell’Arma a casa di un 24enne, residente in città, che è stato arrestato per il reato di produzione e detenzione di sostanza stupefacente ai fini di spaccio.

I militari del Nucleo operativo Radiomobile di Lecco, avevano fermato il giovane mentre si trovava a bordo di un’automobile, guidata da un amico. La perquisizione sul posto, eseguita a carico di entrambi i giovani, ha consentito di recuperare una piccola quantità di marijuana, che gli stessi hanno dichiarato di avere utilizzata per uso personale.

Le successive perquisizioni domiciliari, svolte da i militari, hanno permesso di reperire e sequestrare, a casa del giovane di 24 anni piante e la strumentazione per coltivarle.

Il ragazzo, arrestato, è stato accompagnato ieri mattina al Tribunale di Lecco per il giudizio direttissimo a seguito del quale il giudice, nel convalidare l’arresto, lo ha condannato alla pena di un anno e tre mesi di reclusione, oltre a una multa pari a 3mila euro di multa. La pena è stata comunque sospesa e il giovane è tornato in libertà.

Il suo l’amico, che guidava la macchina, verrà invece segnalato in Prefettura, quale assuntore di sostanze stupefacenti.n 

© RIPRODUZIONE RISERVATA