Il comitato di viale Verdi non molla  «Nel parco vogliamo panche e tavoli»
L’ingresso del parco dell’isola del tesoro

Il comitato di viale Verdi non molla

«Nel parco vogliamo panche e tavoli»

Il presidente Papaleo: «Hanno trovato i novemila euro per la rassegna dei film

Adesso possono stanziare i soldi per attrezzare uno spazio verde molto frequentato»

«Ci piacerebbe che gli arredi promessi per il parco pubblico l’Isola del tesoro fossero installati per settembre. Se arrivano dopo, quest’anno non sapremmo che cosa farci. In fondo, per una rassegna cinematografica di quattro appuntamenti, in municipio sono riusciti a trovare 9 mila euro. Non riesco a capire perché non possano fare altrettanto per noi, mettendo a disposizione quei 6 mila euro che basterebbero ad acquistare tre panchine e due tavoli».

I toni sono calmi, i modi compiti ma Giuseppe Papaleo, presidente del comitato Viale Verdi è risoluto nel portare avanti le battaglie intraprese.

«Tempo fa - ha ricordato - durante un incontro con l’amministrazione comunale al quale aveva partecipato anche l’assessore Massimiliano Vivenzio, ci era stato assicurato che oltre ai tavoli e alle panche sarebbe stata installata anche una fontanella per l’acqua. Bene, avevamo risposto ringraziando. Purtroppo, ad oggi non è successo nulla e stiamo ancora aspettando di vedere se gli amministratori terranno fede a quanto promesso». Per sollecitare l’assessore Vivenzio e gli uffici comunali, Papaleo ha chiesto anche l’intervento del capogruppo di maggioranza, Alfredo Casaletto, doppiamente interessato in quanto residente in viale Verdi.

Per facilitare gli amministratori, Papaleo ha anche sottoposto una lista di “necessità”, evidenziando come gli arredi urbani che potrebbero arrivare nel parco dell’Isola del tesoro non devono essere necessariamente nuovi di pacca. «Sparsi per la città ci sono panchine e tavoli inutilizzati. Volendo, l’amministrazione non avrebbe quindi nemmeno necessità di acquistarne altri. Dovrebbe solo provvedere al loro spostamento».

Il presidente del comitato, nel corso di quest’anno, ha imparato che tenendo alta la pressione, alla fine si ottengono risultati.

Arredi urbani

È andata così, per esempio, per l’inserimento di un nuovo passaggio pedonale in viale Verdi. «Alla fine, anche se non è ancora stato completato con l’installazione degli occhi di gatto, l’abbiamo ottenuto».

Per questo motivo, insiste non solo con la richiesta di inserire gli arredi urbani nel parco dietro il viale, ma anche con l’esecuzione di tutta una serie di interventi di sistemazione del parco di viale Toscanini, un po’ trascurato. «Da mesi segnaliamo la presenza di due piante che se non sono morte non stanno certo bene. Inoltre, abbiamo richiesto da tempo anche la sistemazione della pista di pattinaggio».


© RIPRODUZIONE RISERVATA