Gestire i migranti  sindaci d’accordo?  Pd, appello all’unità
I profughi in piazza Garibaldi. In questi mesi molte polemiche hanno accompagnato gli arrivi degli ospiti in fuga dalla guerra o dalla miseria

Gestire i migranti

sindaci d’accordo?

Pd, appello all’unità

Oggi sono chiamati a votare la convenzione territoriale con l’obiettivo di creare un sistema integrato di accoglienza. Brivio: «È importante».E la Lega annuncia battaglia

L’appuntamento è importante e al tempo stesso delicato: alle 18, nella sede dell’Asl, i sindaci dell’intera provincia di Lecco saranno chiamati a votare l’accordo territoriale per la realizzazione di un sistema integrato di accoglienza per i migranti.
Un passaggio fondamentale, nell’ottica di chi ha messo il progetto nero su bianco, per permettere agli enti locali di avere una voce in capitolo maggiore rispetto alla gestione dei richiedenti asilo, attualmente in capo alla sola prefettura. L’appello che il Partito Democratico ha lanciato, proprio in questi giorni, ai propri amministratori, però, può far pensare che alla base ci siano differenze di vedute che potrebbero produrre, in occasione del voto, ostacoli imprevisti. Qualche sindaco, in altre parole, potrebbe non restare coperto e allineato.
Il sindaco di Lecco invita i colleghi di ogni “colorazione” politica, leghisti in primo luogo, a «valutare, anche criticamente, gli aspetti di questo documento – ha affermato Virginio Brivio -. Ognuno, comunque, potrà proporre le proprie legittime sottolineature, ma si tenga presente che l’obiettivo è creare un equilibrio sulla distribuzione dei profughi, dando alla situazione un assetto meno precario».
Chi darà battaglia anche questa sera, invece, sarà – appunto – il Carroccio, che si appresta a manifestare sotto gli uffici dell’Asl.


© RIPRODUZIONE RISERVATA