Forza Nuova: «Non siamo giustizieri  Il nostro è solo volontariato civile»
I controlli in stazione dei militanti di Forza Nuova

Forza Nuova: «Non siamo giustizieri

Il nostro è solo volontariato civile»

Il coordinatore replica alle critiche sulle “Passeggiate per la sicurezza” «Per ogni nostra attività politica scatta la propaganda dei professionisti dell’antifascismo»

«Non siamo giustizieri, vogliamo solo contribuire a garantire la legalità e la sicurezza in una città che ormai è diventata terra di nessuno». Forza Nuova di Lecco, per voce del coordinatore Oscar Caroppo, replica all’ondata di proteste sollevate dall’iniziativa delle cosiddette “Passeggiate per la sicurezza”, di fatto ronde in stazione, rispetto alle quali, dopo una prima generica adezione, anche il Comune ha preso le distanze.

«Terra di nessuno»

«In qualità di coordinatore provinciale di Forza Nuova Lecco - scrive Caroppo - è mio dovere ringraziare tutti i giornali che in questi giorni hanno dato spazio alla nostra iniziativa il cui scopo è quello di denunciare con forza come ormai Lecco sia diventata terra di nessuno dove violenza, spaccio e degrado sono delle certezze quotidiane e, per ciò, continuo a sperare fortemente in un intervento immediato delle istituzioni competenti per arginare questa piaga e per garantire a Lecco e ai lecchesi la sicurezza che una città come la nostra si merita. Per quanto riguarda le Passeggiate della Sicurezza, ci tengo fortemente a ribadire che si tratta di iniziative di volontariato civile perfettamente lecite che vengono organizzate quotidianamente in tutta Italia dai militanti Forzanovisti e gruppi di liberi cittadini che ormai esasperati dalle condizioni di degrado e di diffusa criminalità, causate maggiormente dall’immigrazione clandestina incontrollata, si mettono al servizio della comunità per controllare e presidiare il territorio in quei quartieri dove lo stato e le istituzioni sono da tempo assenti».

Leggi tutti i particolari su La Provincia di Lecco in edicola lunedì 16 aprile

© RIPRODUZIONE RISERVATA