Economia e turismo  Lecco si mette in vetrina
Il turismo è al centro della tappa lecchese del progetto

Economia e turismo

Lecco si mette in vetrina

Il 4 luglio gli incontri tra operatori esteri e le aziende locali che aderiranno all’iniziativa, Alessandro Gelli di Promos Italia: «L’obiettivo è ampliare il business internazionale delle nostre imprese»

C’è anche una tappa lecchese nella quinta edizione del progetto “Inbuyer”, che con l’organizzazione di Promos Italia quest’anno diventa nazionale e prevede incontri fra buyer esteri e aziende italiane selezionate sul territorio nazionale.

L’appuntamento lecchese è fissato per il 4 luglio ed è dedicato alle imprese del settore turistico, in un calendario partito lo scorso 23 maggio da Modena e che terminerà a dicembre per un totale di 2.500 incontri b2b previsti in 45 appuntamenti in Italia che si stima coinvolgeranno più di 800 imprese.

Per la tappa lecchese i buyer partecipanti saranno agenzie di viaggio, tour operator, giornalisti specializzati e altre tipologie legate al settore.

Per le aziende locali tutte le informazioni sono disponibili da ieri pomeriggio anche sul sito della Camera di Commercio di Como e Lecco (con iscrizioni attraverso il link https://sites.google.com/promositalia.camcom.it/buylombardia/iscriviti). L’appuntamento “Promuovi la tua offerta turistica all’estero... restando nella tua città” del progetto BuyLombardia si inserisce nell’ambito del progetto di Sistema più ampio “Turismo e attrattività” ed è promosso dalla Camera di Como-Lecco e Unioncamere Lombardia in collaborazione con la Provincia di Lecco e realizzato da Promos Italia.

Nei dati delle prime quattro edizioni sono state 3.068 le imprese coinvolte in 14.430 incontri con 833 buyer provenienti da oltre 50 nazioni «e oltre mille accordi conclusi», affermano gli organizzatori.

Scopo dell’iniziativa è quella di accogliere «operatori economici selezionati con l’obiettivo di favorire il processo di internazionalizzazione delle Pmi creando occasioni di business» ed è organizzata in collaborazione insieme a Unioncamere Lombardia, Sistema Camerale Lombardo, Regione Lombardia, le camere di commercio di Genova, Milano Monza Brianza Lodi, Modena, Ravenna, Udine e Banca Popolare di Sondrio.

Quest’anno le imprese italiane di diversi settori potranno incontrare circa 200 buyer provenienti da molti mercati nel mondo fra cui Belgio, Danimarca, Francia, Germania, Gran Bretagna, Norvegia, Polonia, Portogallo, Svizzera, Cina, Corea del Sud, Giappone, Indonesia, Israele, Russia, Singapore, Turchia, Canada, Usa, Bahrein, Emirati Arabi Uniti, Kuwait, Oman e Marocco.

Alimentare, moda, cosmetica, beni strumentali, arredo, costruzioni-edilizia, packaging, ed energia sono stati fino ad oggi i settori coinvolti, ai quali quest’anno si aggiungono anche il turismo e la nautica, diffuse anche sul Lario per la manifattura di rivestimenti per imbarcazioni, arredo e macchinari.

Proprio per le imprese della nautica Promos organizza insiema a Wtc Genoa e istituzioni liguri l’iniziativa Medseawork, una due giorni di incontri di business con buyer selezionati provenienti da Turchia, Emirati Arabi e Paesi dell’Unione Europea.

«InBuyer è ormai un punto di riferimento per le aziende italiane che hanno l’obiettivo di ampliare il proprio business internazionale», spiega Alessandro Gelli, direttore di Promos Italia. Per le pmi è uno strumento «per valutare la propensione all’export o sviluppare ulteriormente il proprio processo di internazionalizzazione, attraverso incontri one to one mirati sul proprio territorio con buyer selezionati e realmente interessati ai loro prodotti».


© RIPRODUZIONE RISERVATA