Ecco i soldi, ripartono i lavori dell’ostello

Comune e Provincia stanziano i fondi per la conclusione dell’opera nove anni dopo la prima pietra Servono 2 milioni e mezzo, un milione e trecentomila dal municipio e 700 mila da Villa Locatelli, il resto la Regione

Ecco i soldi, ripartono i lavori dell’ostello
Ci sono i fondi per far ripartire il cantiere dell’ostello della gioventù

La posa della prima pietra risale a nove anni fa: ottobre 2006, con Antonella Faggi sindaco di Lecco e presidente della Provincia, che siglavano così l’avvio dei lavori dell’ostello della gioventù, frutto di una convenzione nata sei anni prima.

I lavori sarebbero dovuti terminare due anni dopo, in realtà tra blocchi e riprese dal 2009 il cantiere è stato definitivamente abbandonato.

E ora finalmente la svolta.

Comune, Provincia e Regione (seppur al momento quest’ultima senza atto formale) grazie all’allentamento del patto di stabilità sono in grado di finanziare la conclusione dei lavori.

La svolta è stata dettata dalla Provincia che nonostante le risicate risorse, è riuscita a mettere a disposizione del progetto (come prevede la convenzione stipulata dieci anni fa) 776.632 euro.

«E questa è stata la chiave di Volta - commenta il sindaco Brivio - con questa postazione garantita anche noi abbiamo potuto fare una variazione di bilancio, grazie a 3 milioni di euro da destinare alle opere pubbliche che ci sono stati restituiti dal Governo. In questo modo la maggior parte dei fondi è garantita, il resto dovrebbe arrivare dalla Regione che aveva dato la sua disponibilità a contribuire al progetto».

Il tutto costerà due milioni e mezzo di euro compresi gli arredi. Il Comune contribuirà con un milione e 300 mila euro. La giunta ha già approvato la variazione di bilancio e il 9 novembre toccherà al consiglio comunale dare il via libera definitivo.

Un traguardo che fa tirare un sospiro di sollievo al sindaco che negli scorsi cinque anni aveva cercato di far ripartire i lavori con ogni mezzo.

Leggi i particolari sull’edizione de La Provincia di sabato 31 ottobre

© RIPRODUZIONE RISERVATA