Eccellenza del Lecchese  Tecnottica punta a crescere
Una lavorazione alla Tecnottica Consonni di Calco

Eccellenza del Lecchese

Tecnottica punta a crescere

Ottica industriale, l’azienda della famiglia Consonni di Calco è una delle realtà in Italia più importanti del settore

E’ una delle eccellenze che l’imprenditoria lecchese è stata capace di sfornare e nei giorni scorsi ha anche ricevuto la visita dell’assessore regionale allo Sviluppo Economico Alessandro Mattinzoli. Si tratta della Tecnottica Consonni di Calco, azienda artigiana che lavora nel settore dell’ottica industriale.

Con i suoi 25 dipendenti, è specializzata nella produzione di componenti ottici sia in vetro che in materiale plastico, nella gestione di trattamenti superficiali su substrati vetrosi, nella progettazione, nell’ingegnerizzazione e nell’assemblaggio/taratura di sistemi ottici finiti per i settori imaging e lighting. Nello stabilimento di Calco, evoluzione raggiunta dopo anni di crescita successivi all’esordio in una bottega artigiana in cui le lenti si lavoravano a mano con pece e ossido di cerio, come hanno ricordato le titolari Cecilia ed Ester Consonni, dal blocco iniziale di vetro si arriva a lenti di precisione le cui tolleranze di lavorazione vengono gestite attraverso processi produttivi in grado di controllare dimensionalmente le superfici entro poche decine di nanometri.

«Oggi siamo una delle quattro realtà in Italia a portare avanti produzioni industriali di questo tipo. A volte diciamo che se nostro padre fosse qui non riconoscerebbe più la sua azienda. Dal mercato italiano, con il passaggio generazionale, dal 2011 ci siamo spinti oltre confine ed è proprio grazie al confronto con l’estero se ci siamo migliorati ancora e siamo riusciti a fare un grande salto di qualità».

Il fatturato, in costante crescita, vede sempre prevalere il mercato interno, ma la quota destinata all’estero continua ad incrementarsi. «Poter entrare in realtà come la vostra – ha commentato Mattinzoli – mi permette di toccare con mano genio e creatività, di vedere come nascono prodotti unici, di capire come funzionano le imprese più innovative e competitive. Il grande ostacolo che la Tecnottica Consonni si trova ad affrontare è la difficoltà nel trovare personale qualificato. Anche se la nostra Regione è ai vertici a livello di formazione e occupazione, se ci confrontiamo con Germania e Francia, scopriamo che abbiamo ancora molto da fare. Dobbiamo potenziare il sistema di alternanza scuola-lavoro».

Presenti alla visita anche il presidente e il segretario di Confartigianato, Daniele Riva e Vittorio Tonini.


© RIPRODUZIONE RISERVATA