Degrado al parco di Belledo  I genitori all’attacco
I giochi per i più piccini non sono sicuri

Degrado al parco di Belledo

I genitori all’attacco

In via Monsignor Polvara: possibili pericoli in modo particolare per i frequentatori più piccoli: «Chiediamo solo un parchetto sicuro per i bimbi»

Povero parco di Belledo. L’area di via monsignor Polvara è ormai dimenticata al degrado.

Un degrado che giorno dopo giorno diventa più evidente e rischia di trasformarsi in pericolo per i fruitori, soprattutto per i bambini.

Sabato mattina un gruppo di genitori ci ha mostrato tutte le pecche di un’area che dovrebbe essere ben tenuta, ma della quale il Comune pare essersi dimenticato.

Il tavolone di legno è ormai rotto in più parti, e rischia di finire in qualche discarica così come già successo per un altro, lasciando il parco sguarnito di un luogo dove fare merenda o consumare uno spuntino.

Le panchine perdono i pezzi. «Qualche tempo fa hanno tolto un tavolo, pensavamo per sistemarlo ed invece non l’hanno più rimesso. Le panchine sono rotte, con gli schienali che si stanno staccando, le barre di ferro che tengono unito lo schienale con la seduta sono ormai rotte», raccontano i genitori dei tanti bambini che vengono qui per trascorrere qualche ora.

L’altalena è un vero e proprio pericolo: i seggiolini a cestello per i più piccoli non sono più sicuri «il materiale si è consumato e non è mai stato sostituito, il palo che sostiene l’altalena ha una fenditura nel mezzo e presto si spaccherà - continuano i fruitori dell’area verde - con il rischio che qualcuno cada e si faccia male. Abbiamo segnalato il problema in Comune ma non abbiamo avuto risposte. Eppure basterebbe poco per sistemare l’area. Chiediamo solo maggiore attenzione».

Ci sarebbero da sfoltire anche i rami di alcuni alberi che invadono il vialetto, e l’erba andrebbe tagliata con maggiore regolarità. Quanto alle piante e ai fiori sono le stesse persone che ogni giorno vengono al parco a bagnarle per evitare che rinsecchiscano.

E di una cosa tutti sono certi, non si accontentano più delle promesse ma chiedono una soluzione ai problemi.

Chiedono maggiore manutenzione e cura dell’area verde che è molto frequentata. Già il cancello d’ingresso lascia desiderare, con la parte bassa arrugginita, e la recinzione in alcuni tratti sarebbe da cambiare.

«Non chiediamo molto. Desideriamo solo un parco a misura di bambino e soprattutto sicuro prima che qualcuno cada dall’altalena e si faccia male», concludono.

Quell’altalena che perde i pezzi, dai seggiolini ormai rotti a al palo di legno che potrebbe spaccarsi in due da un momento all’altro. Il parco di Belledo è molto frequentato da chi abita nel rione, ma anche da chi vive nella zona bassa di Germanedo.

Una doppia area. La prima, al più piccola, con lo spazio per i cani, è destinata ad essere riqualificata, almeno in parte, grazie all’associazione “Pro parco nostri amici animali”, che ha raccolto i fondi per gli interventi.

La seconda area, quella più grande con i giochi per i bambini e lo spazio skateboard, avrebbe bisogno di un intervento di manutenzione.


© RIPRODUZIONE RISERVATA