Contagi in provincia di Lecco  Nel giro di 24 ore sono quadruplicati
Si moltiplicano i casi di contagio anche nel Lecchese

Contagi in provincia di Lecco

Nel giro di 24 ore sono quadruplicati

I casi clinici L’epidemia ha raggiunto anche la città

Raddoppiati i Comuni che registrano focolai: da 11 a 22

C’è anche un sacerdote, tra i nuovi casi di contagio da coronavirus nel Lecchese. Si tratta di don Eusebio Stefanoni, vicerettore del Santuario della Vittoria a Lecco. Don Eusebio è ricoverato all’ospedale Manzoni. Avvertiva problemi respiratori: sottoposto a tampone, è risultato positivo al Covid-19. Don Eusebio è uno dei sei lecchesi a cui è stato accertato il contagio: gli altri cinque sono tre ultrasettantenni e due cinquantenni. Nessuna indicazione – al momento – sulla fonte di contagio. Il sindaco Brivio è in costante collegamento con le autorità sanitarie. Per tutti e sei i casi, comunque, è già stato attivato il protocollo ministeriale, con isolamento delle persone con le quali i pazienti, trattati all’ospedale cittadino, sono entrate in contatto nelle ultime settimane.

Allargando lo sguardo, è risultato positivo al test del Covid-19 anche un pensionato di Monticello Brianza. Sempre venerdì in serata, l’ufficializzazione che il coronavirus è “sbarcato” anche a Casatenovo. Un caso di coronavirus si è registrato anche a Cesana Brianza. Due casi anche a Oggiono. Nel tardo pomeriggio di ieri, la comunicazione di un caso positivo anche a Viganò Brianza.

Intanto, salgono a dodici i casi di contagio a Perledo, alla Sacra Famiglia: ai due operatori sanitari risultati positivi al test, se ne aggiungono altri cinque, più cinque ospiti della struttura.Nel pomeriggio di ieri la conferma di un altro contagio anche nel Comune di Molteno.

Stando ai nostri conteggi, i contagi da coronavirus in provincia si attesterebbero a quota 42, mentre la Regione, nei dati ufficiali diffusi dall’assessore alla Sanità Gallera, ferma il bollettino di guerra a quota 35.


© RIPRODUZIONE RISERVATA