Commercio e cultura piangono Vaghi

Era stato tra i promotori del “Fierone”

Oggiono Morto a 89 anni. Agente di commercio, per oltre dieci anni ha presieduto la Pro loco

È stato tra gli organizzatori della principale festa cittadina. Ideò il Premio Manzoni a Lecco

Commercio e cultura piangono Vaghi Era stato tra i promotori del “Fierone”
Claudio Vaghi con il giovane scrittore Mattia Conti

All’età di 89 anni si è spento Claudio Vaghi.

Nato a Desio nel 1932, Vaghi ha vissuto per moltissimi anni a Oggiono. E’ stato per più di dieci anni presidente della Pro Loco di Oggiono ed in questa veste è stato uno dei responsabili e degli organizzatori del tradizionale “Fierone”.

Amico di sempre

Accanto a lui c’è sempre stato Antonio Cesana un altro oggionese doc. «Con Claudio Vaghi - ci ha detto Cesana- c’è stata una grande amicizia. Aver saputo della sua morte mi ha molto addolorato. Abbiamo vissuto insieme anni molto importanti per la Pro Loco di Oggiono. Avendo lavorato insieme a lui all’organizzazione di tanti eventi, posso dire che è stato un grande presidente». Dopo aver lavorato come agente di commercio, Vaghi si era impegnato in prima persona per i pensionati di Confcommercio Lecco che ha guidato dal 1994 al 2014, prima di cedere il testimone all’attuale presidente Eugenio Milani, diventando presidente onorario di 50&Più Lecco. Uomo di grande carattere, ha sempre vissuto i suoi impegni con passione, senza mai risparmiarsi.

Ha puntato a coinvolgere le persone che lavoravano con lui in associazione e ha sempre voluto valorizzare la cerimonia dei Maestri del Commercio, dedicata a riconoscere il valore del lavoro di centinaia di negozianti ed esercenti. Una cerimonia che lui, sempre attento alla forma, amava preparare nei minimi dettagli senza mai risparmiarsi. Vaghi inoltre è stato l’ispiratore, insieme ad altri amici, della nascita del Premio Letterario Alessandro Manzoni Città di Lecco istituito nel 2008 e oggi giunto alla diciassettesima edizione.

Tutti i particolari su La Provincia di Lecco in edicola giovedì 11 novembre

© RIPRODUZIONE RISERVATA