Casargo, saluto di chef Ferrari dalla Corea  «Tornerò per collaborare con Didaktico»
Chef Ferrari, da anni vicino al Cfpa di Casargo

Casargo, saluto di chef Ferrari dalla Corea

«Tornerò per collaborare con Didaktico»

L’ex titolare dell’ex “ Porticciolo 84” saluta con favore l’iniziativa dell’alberghiero

«Sono partito perchè non mi divertivo più come prima, cercherò di dare il mio contributo»

Dopo lo scambio di consegne, proseguono i lavori per l’allestimento del ristorante “Didaktico” nei locali dell’ex “Al Porticciolo ’84” di Lecco.

È il locale dello chef stellato Fabrizio Ferrari, che è stato docente del Centro di formazione professionale alberghiero di Casargo ed ora si trova in Corea del Sud dove è docente all’università Woosong, a Daejeon, e gestisce la sua attività.

La scelta

«Il Porticciolo 84 mi ha tenuto legato all’Italia per quarant’anni, anche se ho sempre avuto il desiderio di evadere. - racconta Ferrari - La scelta di trasferirmi in Corea è maturata col tempo. Ero arrivato ad un punto di saturazione tale per cui non riuscivo più a divertirmi come prima. Attraverso le mie conoscenze coltivate negli ultimi dieci anni, avendo sempre sous-chef coreani in cucina, sono stato contattato per partecipare ad un programma televisivo locale. Questo mi ha fatto guadagnare notorietà ed alla fine è arrivata questa meravigliosa proposta che ho accettato».

Il direttore Marco Cimino conosce bene Ferrari: «Abbiamo avuto la fortuna di collaborare con lui in diverse occasioni, creando un rapporto di stima reciproca. Da lui abbiamo sempre ricevuto tirocinanti del Cfpa formati al meglio, oltre ad aver collaborato strettamente all’avvio del primo Ifts (master “Chef Galbia”, ndr) ed al tempo stesso su progetti di formazione e sviluppo delle competenze degli studenti. Dall’inizio abbiamo seguito la sua passione per la Corea fino al programma televisivo ed all’importante incarico universitario che oggi ricopre».

L’idea che il ristorante storico di Lecco, potesse diventare un luogo in cui i ragazzi del Cfpa potessero imparare e sperimentare e piaciuta subito a Ferrari: «Entrambi faremo divulgazione di cucina: mi farebbe piacere, nei momenti in cui sarò di ritorno dalla Corea, poter dare il mio contributo realizzando eventi speciali in collaborazione con i ragazzi».

Il presidente Marco Galbiati aggiunge: «Siamo onorati di poter raccogliere un’eredità così importante e ricca di storia come quella del Porticciolo ’84 che rappresenta per noi una grande sfida. Vogliamo motivare i nostri alunni a dare sempre il meglio per arrivare più in alto possibile».

Il sostegno

Il sostegno all’iniziativa è espresso anche dal presidente provinciale Claudio Usuelli: «Il nostro ente segue sin dall’inizio il progetto, come tutte le scelte portate avanti da Apaf con questo Cda. Malgrado le affermazioni di qualche ex di Apaf poco informato sui fatti attuali, seguiamo sempre con grande attenzione i conti di Apaf come anche nell’occasione del lungo lockdown, dove la Provincia è intervenuta per mitigare gli effetti delle minori entrate sul bilancio».


© RIPRODUZIONE RISERVATA