Calco, nessuno vuole fare la “sentinella”  Il controllo di vicinato non decolla
Stefano Motta (il secondo da sinistra) alla sottoscrizione del protocollo del controllo di vicinato in Prefettura: era la fine dello scorso aprile

Calco, nessuno vuole fare la “sentinella”

Il controllo di vicinato non decolla

Pochi iscritti: dei sei gruppi previsti ne partirà soltanto uno, quello di Arlate

A quasi sei mesi dalla sottoscrizione del protocollo con la prefettura di Lecco, a Calco, il controllo di vicinato non decolla.

Tre sono gli avvisi che il Comune guidato dal sindaco Stefano Motta ha pubblicato, da giugno in avanti, per “reclutare” cittadini disposti a mettere al servizio della collettività occhi e orecchi, così da segnalare malintenzionati che si aggirano per i quartieri o loschi figuri con intenti predatori.

Ad oggi, però, solo un manciata di residenti ha risposto all’appello. Così tra un mese, salvo improvvise impennate delle adesioni, solo uno dei sei gruppi previsti sul territorio, suddiviso in aree tra loro omogenee, potrà partire: quello di Arlate.

L’articolo completo sul giornale in edicola.


© RIPRODUZIONE RISERVATA