Cade dal muro in giardino Gravissimo Peppo Rota

L’ex ingegnere capo del Comune ricoverato dal 4 luglio per la perforazione di un polmone

Cade dal muro in giardino Gravissimo Peppo Rota

Rimangono gravi le condizioni di salute di Giuseppe Rota, 78 anni, ingegnere lecchese da tutti conosciuto con il soprannome di “Peppo” che per molti anni ha prestato servizio come funzionario del Comune. Lunedì 4 luglio, mentre si stava dedicando a delle attività di giardinaggio, all’interno della propria abitazione, è salito in cima a un muro di circa due metri di altezza. All’improvviso ha perso l’equilibrio cadendo a terra.

Ricoverato d’urgenza all’ospedale Manzoni, le sue condizioni sono apparse subito come serie. Accanto ad alcune lesioni lievi, è stata infatti riscontrata la frattura di una costola che gli avrebbe perforato un polmone. Per questa ragione da oltre un mese si trova ricoverato nel reparto di rianimazione. Le sue condizioni al momento sembrano essere stazionarie, ma solamente i parente più stretti possono fargli visita.

Rota ha studiato ingegneria civile idraulica ambientale al Politecnico di Milano. Nei primi anni l’assunzione come tecnico comunale, occupandosi di manutenzioni, fognature e impianto di depurazione, verde urbano e impianti di illuminazione.

Anche quando andato in pensione, terminando la sua carriera da dipendente pubblico, ha continuato a monitorare lo stato di salute della nostra città. Anche perché su molte delle partite da lui trattate mentre lavorava per il Comune, era divenuto una sorta di memoria storica.

Dalla manutenzioni dei torrenti agli scarichi, dal tratto di Caldone coperto alla gestione del verde, non ha mancato di inviare le sue segnalazioni agli uffici comunali e di renderle poi pubbliche attraverso post sui social, spesso pungenti, in cui non risparmia stoccate a politici e attuali funzionari, ma sempre animati per un sentimento di affetto verso Lecco.

© RIPRODUZIONE RISERVATA