Bonacina o Malnago? Un arduo dilemma

Lecco, i genitori delle due scuole hanno incontrato ieri l’assessore Salvatore Rizzolino e il dirigente in una turbolenta assemblea. «Salveremo la prima classe elementare di una delle due scuole, Il problema è quale»

Bonacina o Malnago? Un arduo dilemma

Fine di un’epoca: Laorca non avrà neppure quest’anno la prima elementare, e andrà a chiudere nel giro di pochi anni.
Lo ha chiarito l’assessore all’istruzione Salvatore Rizzolino, ieri pomeriggio in un turbolento incontro, alla scuola media don Ticozzi di San Giovanni, con i genitori dei futuri alunni della prima di Malnago e della Bonacina. Due scuole, anche queste due, dove la prima elementare è a rischio per carenza di alunni.
Genitori contro genitori, due schieramenti contrapposti i pronti a difendere giustamente la propria scuola, con la fazione di Malnago che per prima cosa ha rinnegato l’appartenenza a Cielle, Comunione e liberazione, seppure il movimento sia da sempre molto legato a questo plesso. Dall’altro lato i genitori della Bonacina, che anche loro vogliono salvare la loro scuola.
Nel mezzo l’assessore all’istruzione Salvatore Rizzolino e il dirigente Angelo Falcone.
Dieci i bambini iscritti a Malnago e quattordici alla Filzi di Bonacina che avrebbe tutte le ragioni per salvarsi. Un incontro dai toni alti, a porte chiuse, con la stampa lasciata fuori, nonostante il problema interessi tutta la città.
«Per Laorca non c’è prospettiva. Ora il nostro obiettivo è salvare la prima classe di una delle due scuole - ha rimarcato l’assessore Rizzolino -, il problema è quale».
Quanto al dirigente Angelo Falcone ha preferito trincerarsi nel silenzio.
«Stiamo valutando le proposte. Niente altro. Una delle due non si farà. Non è possibile avere deroghe, non siamo in montagna e neppure in area disagiata territorialmente».

© RIPRODUZIONE RISERVATA