Bione, deroga dalla Fgci  Si gioca un altro anno
Lecco - Gli spogliatoi sono poco più che baracche di lamiera

Bione, deroga dalla Fgci

Si gioca un altro anno

Centro sportivo di Lecco, la “concessione”

dopo l’ultimatum sulla sistemazione degli spogliatoi

Si giocherà sui campi del Bione anche la prossima stagione. Ma questa è l’unica buona notizia, perché la pazienza della Figc è finita.

La “spada di Damocle” è pronta a cadere sulla testa del Comune se i lavori degli spogliatoi dei campi 4 e 5 non saranno completati entro la stagione 2019-2020. Ovvero c’è ancora un anno di tempo ma non di più, dopo tanti “occhi chiusi” e deroghe fatte per amore dello sport.

D’altronde le proteste delle società e dei vertici Figc verso l’impossibilità di utilizzare quelle baracche in lamiera (ci fecero dormire dentro anche dei cori giovanili, anni fa…), senza un allacciamento di sicurezza e che scaricano le fogne a lago, sono una questione veramente vecchia. Quasi antica. Basti pensare che si comincia a parlare di spogliatoi esterni al Bione, per far cambiare le squadre di calcio, esattamente 52 anni fa: il 6 marzo del 1966 fu disputata un’amichevole tra la “De Martino” del Lecco (che allora militava in serie B) contro una mista della società Brivio-Airuno, che aveva vinto il titolo italiano Csi.

L’articolo completo sul giornale in edicola.


© RIPRODUZIONE RISERVATA