Bidone giallo,   da oggi si cambia

Bidone giallo,

da oggi si cambia

Novità nel servizio di raccolta: carta e cartone saranno ritirati in un giorno interamente dedicato
Separazione dal sacco viola per evitare sovrapposizioni che, come rilevato, possono creare confusione negli utenti

Rifiuti, l’ennesima novità è servita: da oggi – lunedì 19 febbraio – il bidone giallo (col quale si conferiscono carta e cartone) non sarà più ritirato insieme al sacco viola ma avrà un giorno interamente dedicato, per evitare sovrapposizioni che, come dimostrato, possono creare confusione negli utenti.

La differenziata continua nel proprio percorso verso la resa ottimale, almeno negli auspici collettivi.

Dopo tutti i problemi che si sono registrati nelle passate settimane, quando il bidone giallo ha preso il posto del sacco giallo, restando però affiancato all’involucro viola “multileggero”, infatti, Comune e Silea hanno deciso di intervenire con un nuovo aggiustamento, che entrerà dunque in vigore oggi.

Meno confusione e più rapidità

Niente più commistione tra viola e giallo quindi, per quanto riguarda il giorno della raccolta.

«È una nuova operazione che scaturisce dall’osservazione dell’andamento della raccolta differenziata nei mesi scorsi, a partire dall’introduzione del bidone giallo – ha confermato il sindaco, Virginio Brivio -. Separare i giorni di raccolta permette agli utenti di fare meno confusione su cosa introdurre nei rispettivi contenitori e agli operatori di essere più rapidi nella raccolta, in modo da lasciare la città più ordinata e pulita in meno tempo».

Nelle sei zone in cui è suddiviso il territorio comunale, dunque, le modifiche entreranno in vigore a partire da oggi, quando il bidone giallo sarà “protagonista” nella zona 4.

In caso di dubbi, il primo cittadino ricorda che è possibile scaricare l’app di Silea “Differenziati”, ritirare o scaricare la nuova brochure in Comune o sui siti www.sileaspa.it e www.comune.lecco.it (sezione ambiente e territorio) o ancora chiamando il numero verde 800004590.

«Abbiamo la possibilità di far crescere insieme la percentuale di raccolta differenziata che purtroppo è ferma da qualche anno al 57% - conclude Virginio Brivio -. Rispettare di più l’ambiente, partecipare in modo più sostanzioso ai processi di economia circolare e risparmiare sulla tassa rifiuti. Questi gli obiettivi. Il meccanismo è abbastanza semplice in prospettiva: per il trattamento del sacco indifferenziato il Comune paga una cifra che è in media 3 volte tanto il trattamento del sacco viola più la raccolta della carta (che ricordo va direttamente in cartiera saltando il passaggio dello smistamento, da qui il non poter usare il sacco ma il bidone)».


© RIPRODUZIONE RISERVATA