Baskhim, il ritorno alla vita  Oggi è nato il figlio Sebastian
Bashkim Dobrushi e, a sinistra, il comandante Franco Morizio

Baskhim, il ritorno alla vita

Oggi è nato il figlio Sebastian

A distanza di quattro anni dalla strage, in cui l’ex moglie uccise le loro tre figlie, il lieto evento: «Sono felice e triste»

Il ritorno alla vita: a poco più di quattro anni di distanza da quella terribile notte in cui aveva perso le tre figlie, uccise dall’ex moglie, Baskhim Dobrushi, 49 anni, è diventato di nuovo padre.

Questa mattina, infatti, è nato all’ospedale Manzoni Sebastian, il piccolo che Baskhim ha avuto dalla sua nuova moglie, Aferdita, 36 anni, sposata esattamente un anno fa.

Il papà ieri era allo stesso tempo emozionato e con in cuor suo un velo di tristezza: il figlio sarebbe dovuto infatti nascere il 3 aprile, il giorno in cui era nata la figlia più grande, Simona (aveva 13 anni quando venne uccisa). «Meglio così - ha raccontato Bashkim - Quella data rimarrà solo per il ricordo della mia splendida ragazza. In questo momento si uniscono gioia e dolore insieme, ma voglio sforzarmi di pensare solo positivo e al futuro».

L’ex moglie, Edlira Copa, nei giorni scorsi è tornata per alcune ore a Lecco: ha ricevuto un permesso dalla clinica psichiatrica dove si trova e ha raggiunto la struttura di padre Angelo Cupini, “La casa sul pozzo”, dove ha piantato un albero di mimose il giorno in cui cadeva il quarto anniversario della strage, tra l’8 e il 9 marzo del 2014.

L’articolo completo su La Provincia di Lecco in edicola domani, 6 aprile


© RIPRODUZIONE RISERVATA