Barzio ,sparisce il coniglio gonfiabile   Giallo sul furto dell’attrazione Telethon
Il coniglio gonfiabile di Telethon rubato nella notte

Barzio ,sparisce il coniglio gonfiabile

Giallo sul furto dell’attrazione Telethon

Nella tarda serata di lunedì è stato sottratto al chiosco bar il gioco del sodalizio

I volontari hanno notato una macchina nera con rimorchio alle 22.30, motivi incomprensibili

Incredibile furto a Barzio: nella tarda serata di lunedì è stato rubato uno dei gonfiabili al chiosco bar Telethon del Coordinamento provinciale di Lecco, nei pressi della tensostruttura.

È sparito un grosso coniglio che, gonfiato, raggiunge i 5 metri circa d’altezza, che alla sera viene sgonfiato e rigonfiato all’apertura, il giorno successivo.

Una sgradita sorpresa

I volontari mai avrebbero pensato di arrivare ad aprire e non trovare più l’attrazione destinata ai bambini.

Invece è successo e sono rimasti stupiti: «Abbiamo saputo dalle persone di un camper che c’è qui vicino – racconta Pierfortunato Piazzoli che ogni giorno fa la spola da Mandello a Barzio per far funzionare il punto giochi – che tra le 23.30 e le 24 è passata una macchina nera con un carrello a rimorchio. Ha fatto la salita del parcheggio a luci spente, poi è ridiscesa ed ha pure rischiato di investire una ragazza».

L’hanno notata per il doppio e strano passaggio ma mai avrebbero pensato che ci sarebbe stato il furto.

Quale il motivo per rubare il coniglio ai volontari che gestiscono il chiosco ed i gonfiabili con tutto il ricavato che viene destinato a Telethon per la ricerca sulle quasi 8mila malattie generiche rare?

Che se ne può fare una persona di un gonfiabile così ingombrante che può essere rubato da chi lo può utilizzare come attrazione oppure solo per fare un dispetto?

I particolari su La Provincia di Lecco in edicola mercoledì 22 agosto


© RIPRODUZIONE RISERVATA