Banca Lecchese al Fondo americano  È arrivato il via libera della Bce

Banca Lecchese al Fondo americano

È arrivato il via libera della Bce

Il fondo Oaktree quotato a Wall Street diventa socio di maggioranza col 54,21%

I partner americani sottoscrivono l’aumento di capitale, offerto in opzione anche ai 1.400 soci

Banca Lecchese ha un nuovo socio di maggioranza: è il fondo d’investimento statunitense Oaktree Capital Management, che entro Natale condurrà in porto l’aumento di capitale.

La notizia circolava negli ambienti ormai da tempo e lo stesso direttore Aldo Calvani non più tardi dello scorso fine settimana aveva spiegato a “La Provincia di Lecco” che l’operazione era ormai in dirittura d’arrivo. Ieri la notizia dell’avvenuta autorizzazioni da parte della Bce.

I riflettori si erano posati nei giorni scorsi su Banca Lecchese, suo malgrado, a causa della crisi che ha investito quattro istituti di credito: una delle quattro realtà coinvolte nella vicenda è infatti la Popolare dell’Etruria, che controllava l’istituto del nostro territorio.

Ancora più solida

Fatto che aveva creato qualche timore nei risparmiatori, preoccupati che le ripercussioni potessero arrivare fino a loro. Dubbi che lo stesso Calvani aveva spazzato via, spiegando punto per punto i motivi per i quali i clienti possono stare tranquilli.

Oltre alla forte solidità patrimoniale, infatti, la Lecchese fa sì parte del gruppo bancario che faceva riferimento a Banca Etruria, ma è un soggetto giuridico assolutamente autonomo e non ha mai emesso obbligazioni subordinate o altri prodotti a rischio. L’elemento fondamentale, però, spiegava Calvani, era rappresentato dal fatto che si stava «procedendo a un aumento di capitale a seguito di un processo di cessione a un fondo Usa». Il preliminare di vendita era stato sottoscritto lo scorso 6 agosto, quando la Popolare Etruria, in amministrazione controllata da febbraio, aveva avviato la cessione della partecipazione di maggioranza in Banca Lecchese.

Nei giorni scorsi è giunta l’autorizzazione da parte della Banca Centrale Europea in merito alla cessione del pacchetto di maggioranza (pari al 54,21% del totale della azioni) da parte di Nuova Banca Etruria al fondo d’investimento statunitense Oaktree Capital Management che diventa, dunque, da oggi con il passaggio delle azioni, il nuovo socio di maggioranza della Banca. Oaktree Capital Management è una società di investimento professionale attiva dal 1995 con oltre 900 collaboratori e 17 uffici in tutto il mondo, gestisce masse per un valore superiore ai 100 miliardi di dollari ed è specializzata nelle strategie d’investimento alternative. Nella giornata di oggi verranno formalizzati gli atti di cessione e il passaggio delle cariche, portando a buon fine l’operazione avviata in estate.

Negli accordi Oaktree Capital Management procederà, inoltre, a garantire l’integrale sottoscrizione del già deliberato aumento di capitale - offerto in opzione anche a tutti i 1400 soci - entro Natale, rafforzando così la patrimonializzazione di Banca Lecchese.

Banca Lecchese oggi presente sul territorio lombardo con cinque filiali distribuite tra i comuni di Lecco, Oggiono, Monza, Merate e Bergamo, in questo modo, intraprende un nuovo percorso imprenditoriale sotto la regie e le risorse del Fondo.

L’istituto di credito lecchese ha indirettamente espresso viva soddisfazione per il positivo esito dell’operazione che la rafforza e che offre una nuova e solida prospettiva per le attività della banca cittadina.

© RIPRODUZIONE RISERVATA