Ballabio, nominato il nuovo presidente  Anemoli dopo “Calumer” al Cai
Marco Anemoli a capo del Cai

Ballabio, nominato il nuovo presidente

Anemoli dopo “Calumer” al Cai

«Subentrare a Orlandi non è facile visto il carisma e le competenze, ma per fortuna ho un’ottima squadra»

É Marco Anemoli il successore di Giuseppe Orlandi, per tutti il “Calumer”, alla guida della Sottosezione del Cai di Ballabio.

Giovedì 6 marzo il nuovo consiglio direttivo lo ha votato all’unanimità: sarà presidente per i prossimi tre anni. «Subentrare a “Calumer” non è semplice, visto il carisma e le competenze che lo caratterizzano ma ho la fortuna di poter contare su una squadra affiata composta da nuovi ingressi, da consiglieri già in carica nel vecchio mandato e anche tre personaggi di grande esperienza che hanno fatto la storia del Cai di Ballabio: lo stesso Orlandi , Luigi Corti e Anna Zambelli» spiega il neoeletto Presidente. «L’obiettivo principale è quello di impegnarci per i giovani sia con le gite del corso di Alpinismo Giovanile sia con l’affiancamento alle maestre della scuola prima nelle loro uscite esterne sul nostro territorio».

Il consiglio della sottosezione ha anche individuato le altre cariche: Lorenzo Crimella sarà vicepresidente, Anna Zambelli e Roberto Raveglia saranno responsabili della segreteria. Luigi Corti si occuperà della sede mentre Paolo Crippa, Raveglia e Crimella avranno la “delega” a ferrate e sentieri.

La gestione della baita di Bongio sarà affidata a Matteo Matteo con una commissione esterna formata da Giosuè Beri e Ermes Fiorini. Walter Sangalli e Massimiliano Bianchi si occuperanno di seguire i contatti con le associazioni.

L’ormai ex presidente continuerà ad occuparsi della gite insieme a Alessandra Spreafico che avrà anche il compito di seguire l’alpinismo giovanile con Oscar Invernizzi. Infine Paolo Comi è stato nominato revisore dei conti.

Non è stato semplice trovare il successore di Calumer che ha guidato il Cai di Ballabio per gli ultimi 6 anni, raggiungendo così il limite dei due mandati consecutivi che ne ha impedito la rielezione.

Il testimone di Orlandi passa ora nelle mani di Anemoli: «Siamo a pronti a lavorare in sinergia, suddividendoci i compiti: il mio primo pensiero è un doveroso ringraziamento al presidente, al vice e a tutti i membri del consiglio uscente per l’ottimo lavoro svolto nel triennio» continua il nuovo presidente.

Sabato 16 marzo il Cai di Ballabio promuove la 5^ fiaccolata in memoria dell’amico Marco “Butch” Anghileri. Un pensiero verrà rivolto anche a Giovanni Giarletta ed Ezio Artusi, i due volontari del Soccorso Alpino morti in Grignetta. La partenza è prevista per le ore 19 dalla chiesa dei Resinelli.n P.Val.


© RIPRODUZIONE RISERVATA