Asfalto su un tratto di via Cairoli  «Delimitiamo la zona pedonale»
Via il porfido nel tratto di via Cairoli aperto alle auto

Asfalto su un tratto di via Cairoli

«Delimitiamo la zona pedonale»

L’ingresso al parcheggio identificato con l’asfalto nel resto della ztl resta il porfido

Via il porfido nel tratto tra via Carlo Cattaneo e via Cairoli fino all’imbocco del posteggio dell’Isolago.

Una decisione dettata dalla volontà di riordinare la ztl anche visivamente.

«Abbiamo voluto differenziare la zona pedonale, che è tutta con il porfido, da quella invece dove transitano le auto - spiega l’assessore ai Lavori Pubblici Corrado Valsecchi - è una scelta che abbiamo voluto fare nell’ottica del riordino di tutta la città e in particolare della zona a traffico limitato. Il porfido resta in tutta la ztl nonostante i residenti passino ugualmente ma in generale dove le auto non transitano. L’asfalto invece nelle zone di contorno transitabili».

Un’esigenza quella di distinguere le aree dettate anche dalla sicurezza. Spesso i pedoni camminano in mezzo alla strada in via Cairoli convinti che anche il primo tratto sia pedonale. «Ora la delimitazione sarà molto più chiara».

I lavori iniziati all’inizio della settimana sono praticamente conclusi, ma sul web sono piovute le polemiche.

Perchè togliere il prestigioso porfido per lasciare spazio all’asfalto che in un centro storico è molto meno elegante? E si sono susseguite le immagini di città con il porfido in tutto il centro. «É evidente che nei centri storici dove non passano le auto il porfido è ovunque - dice - sono appena stato in Belgio e nei centri storici c’è ovunque dappertutto. Il problema è che da noi anche se mi piacerebbe, non c’è un centro pedonale, vietato completamente alle auto. C’è una zona a traffico limitato e in questa manteniamo il porfido. Dove invece passano le auto anche per un problema di manutenzione visto il costo e le difficoltà di ripristinare i sanpietrini mancanti, sostituiamo con l’asfalto.

Nei marciapiedi invece dove ovviamente non passano le auto, teniamo il porfido. Sono convinto che, una volta terminato tutto il lavoro, anche le polemiche saranno sedate».

Intanto prosegue anche il riordino degli ingressi nella ztl che a inizio nuovo anno verrà completamente rinnovato. Controllo sui pass, sugli ingressi e la sosta dei residenti.


© RIPRODUZIONE RISERVATA