A Santo Stefano

giro del mondo

per il dopo Expo

IniziativeEsposizione di 23 paesi nelle aule della scuola

Mini Decumano allestito da genitori, alunni e docenti

A Santo Stefano giro del mondo per il dopo Expo
Mini Expo alla Santo Stefano: il Senegal in esposizione con oggetti e cibo

Abiti, profumi e sapori dal mondo. Un viaggio alla scoperta di ventitré nazioni, partendo dall’Italia verso la Svizzera per raggiungere l’Africa, il Giappone, la Colombia e tanti altri luoghi. Grazie alle famiglie degli alunni della scuola elementare Santo Stefano e alle insegnanti, nei giorni scorsi nelle aule e nei corridoi del plesso, a due passi da viale Turati, è sbarcato il mondo.

Uno sbarco pacifico, colorato e con tanta voglia di conoscersi e scambiarsi esperienze. Una mini Expo per avvicinare gli alunni a nuove culture, riscoprendo i sapori di casa e imparando ad amare cibi e tradizioni da fuori confine. Archiviata l’Expo di Milano, nelle scuole è rimasta in eredità la voglia di proseguire, di andare in direzione di nuove esperienze.

Entusiasta il dirigente Claudio Lafranconi. «Credevamo fosse difficile continuare, nell’immediato, a percorrere il cammino iniziato con Expo 2015. Le mamme, i papà, le insegnanti e i miei splendidi alunni della primaria di Santo Stefano sono riusciti in un intento che aveva già scomodato pensatori di fama - rimarca il dirigente -. “Cosa ne sarà del messaggio di Expo”? La soluzione alla questione è stata data, concreta e diretta come solo la gente “vera” sa fare, con la mini Expo dell’istituto comprensivo “Lecco 1”. Si respirava, nei corridoi e nelle aule trasformate in cluster, l’aria del mondo. Ho sentito profumi e visto colori ancor più vivi che lungo il Decumano, a Milano».

Il preside Lafranconi ha ringraziato tutti per l’impegno, a dimostrazione del forte legame delle famiglie con la scuola. «Grazie mamme, grazie papà di tutte le ventitré nazioni presenti. Ci avete regalato un volo sul mondo, ci avete fatto capire quanto sia davvero importante il motto del nostro istituto: “Insieme per crescere”. Con questa iniziativa, con gioia, tutti noi siamo cresciuti un po’, insieme, nella condivisione di questo piccolo angolo di Terra».

Motto della manifestazione è stato “Il tuo mini giro del mondo è qui”. Tra immagini, abiti, oggetti, musica, cibi dolci e salati, i presenti hanno scoperto nuovi Paesi. In mostra il Libano, Pakistan, Iran, Romania. Kosovo, Perù, Burkina Faso, Senegal, Eritrea, Algeria, Marocco, Svizzera, Italia. E tanti altri ancora come il Giappone che anche qui come ad Expo ha fatto il pienone.

Alla base un progetto condiviso dai docenti legato alla scoperta delle diverse etnie presenti nella scuola, che si è poi concretizzato con l’esposizione, che ha raccolto tanti consensi. I genitori hanno dato una grande mano nell’organizzazione ed è stata l’occasione per conoscersi e per socializzare.

© RIPRODUZIONE RISERVATA