A Chiuso nasce il comitato salvascuola

Lecco, sarà ufficializzato a giorni e si occuperà anche di riportare l’attenzione su un rione «poco considerato». I promotori: «Cancellare l’elementare sarebbe la morte del quartiere: è fiorente e funziona, ma ce la vogliono sopprimere»

A Chiuso nasce il comitato salvascuola
Un’immagine della scuola elementare Torri Tarelli a Chiuso

Un comitato per salvare la scuola primaria Torri Tarelli di Chiuso, composto da rappresentanti della scuola, genitori in particolare, e da residenti nel rione.
L’ufficializzazione avverrà nei prossimi giorni, ed entro breve verrà convocato un incontro pubblico.
Tutti uniti contro la decisione, seppur ancora ufficiosa dell’assessore all’istruzione Salvatore Rizzolino, di chiudere la scuola elementare che funziona bene e che non ha problemi di iscrizioni.
Ma non solo: il comitato si batterà per riportare l’attenzione sul rione, poco considerato dall’Amministrazione comunale, come rimarcano i rappresentanti di classe dell’elementare Torri Tarelli, Antonella Rusconi, Katia Losa, Maria Grazia Piras, Michela Sacchi e Sara Dell’Oro, in una lettera diffusa tra i residenti.
«La chiusura della scuola elementare determinerebbe la morte di un quartiere che da anni viene bistrattato dalle Amministrazioni comunali - fanno notare - cominciando con la chiusura del passaggio a livello che ha tagliato in due parti il rione togliendo ai residenti della zona Rivabella la possibilità di accedere ai servizi primari presenti nel rione come mezzi pubblici, supermercato, chiesa, scuola, farmacia. E togliendo alle famiglie del resto del quartiere, a cui spetta di diritto, la possibilità di godere della pista ciclabile».Chi abita sopra la ferrovia deve fare un lungo giro per raggiungerla.
A Chiuso i residenti sono stanchi di subire il disinteresse da parte del Comune.
La paventata chiusura della scuola elementare ha convinto i residenti a costituire un comitato che si darà da fare per salvare il rione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA