Lecco, riparte anche la Primavera: «L’obiettivo? Confermarci»

Domani la sfida contro il SudTirol. «Molte squadre forti, ma ci siamo anche noi».

Lecco, riparte anche la Primavera: «L’obiettivo? Confermarci»
La partitella in famiglia di mercoledì tra Primavera e prima squadra

«L’obiettivo? Confermarci sui livelli dell’anno scorso (promozione in Primavera 2 sfiorata. Ma sarà difficile: non per il valore di questa nuova squadra, ma per il fatto che i tanti cambiamenti richiederanno tempo. Il primo anno ci siamo salvati, il secondo abbiamo fatto un girone di ritorno ottimo, quest’anno quantomeno mantenere la categoria».

Parole di Roberto Mastrolonardo, per il terzo anno sulla panca della principale squadre del settore giovanile della società Calcio Lecco 1912 che questo sabato (dalle 15 al centro sportivo di Bolzano) affronterà la prima gara del girone A di Primavera 3, contro il SudTirol.

«Loro sono forti -spiega il tecnico-, soprattutto col Modena che ha fatto innesti importanti, come il Renate. Per esempio lo stesso SudTirol ha portato in Primavera la stessa Under 17 che l’anno scorso ha vinto il proprio campionato». Poi questo Lecco Under 19: «Abbiamo 17 ragazzi nuovi: Ranfi felice e Di Pietro in mezzo al campo che potrebbero fare buone cose. In attacco Bonacina è rimasto ed è arrivato Marrulli, trequartista dall’Atalanta, insieme a Frattini dell’Albinoleffe. Con Ranfi in mediana e la conferma di Piccirillo ci siamo».

L’incognita – a maggior ragione per una squadra di giovani – resta quella dell’assemblamento e della conoscenza. Di qualità singole e di moduli: «Il tempo dirà molto, ma è chiaro che sarebbe importante partire bene. Noi non abbiamo mai avuto paura di nessuno. Anche vincendo contro formazioni importanti. L’anno scorso nel nostro girone c’erano Padova, Albinoleffe e Feralpi sono salite in Primavera 2 e noi le abbiamo battute o ci abbiamo pareggiato. E abbiamo fatto un girone di ritorno da primi in classifica (dopo una partenza complicata.ndr). In questa categoria, più che in altre deve pagare il lavoro nel tempo». Tra l’altro lo stesso Mastrolonardo ha – per primo - “saggiato” il nuovo tecnico Luciano Foschi (nella partitella di mercoledì.ndr): Mi ha fatto un buona impressione, una persona disponibile e molto competente. Con loro abbiamo giocato con le disposizioni tattiche che si pensa potrebbe avere il Mantova».

© RIPRODUZIONE RISERVATA