In viaggio con Taycan tra le bellezze di Como, Lecco e Sondrio

Tre imprenditori hanno provato l’elettrica della casa di Stoccarda, scoprendone le potenzialità e i comfort. Ecco il video

4 giorni fa

Tre territori, Como, Lecco e Sondrio, tre imprenditori e un’auto: la prima elettrica di casa Porsche. A bordo di Porsche Taycan, i luoghi che Alberto Novarese, Renato Tentori e Paolo Mainetti conoscono da sempre hanno assunto un fascino nuovo.

Il viaggio di Renato Tentori

«Potenza, resistenza e forza: Taycan rappresenta totalmente questi tre aspetti»: questa la prima affermazione di Renato Tentori, imprenditore, uomo sportivo e, soprattutto, Porsche Lover da 36 anni. In Villa Lario Resort Mandello , location esclusiva e gioiello che si affaccia sul ramo lecchese del lago di Como, Tentori mostra orgoglioso la sua vettura, prima di partire per un test drive all’insegna della sportività e del piacere di guida. «Sono da sempre uno sportivo. A un certo punto della mia vita ho deciso di fondare una società di Triathlon. In realtà, è nato tutto da mio figlio: 12 anni fa siamo partiti con 4 ragazzi e oggi contiamo 38 atleti tra gli 8 e i 21 anni che in questi anni abbiamo visto crescere e maturare. Non nascondo che è per me un grande motivo d’orgoglio».

Il triathlon è uno sport multidisciplinare di resistenza. È salute, sfida con sé stessi e armonia con la natura. Gli atleti devono dimostrare anche ottime capacità di forza, resistenza e potenza. Tutti valori che Taycan rappresenta al meglio, regalando emozioni intense e prestazioni altissime: «L’adrenalina che un atleta prova prima di una gara la provo ogni volta che guido Taycan. Che dire dell’accelerazione? Da 0 a 100 Km/h in soli 2,8 secondi».

Con Taycan si entra in una nuova dimensione della mobilità, non più basata sull’inconfondibile rumore degli 8 cilindri, ma sulla silenziosità. «È proprio il silenzio che ti fa apprezzare una guida totalmente diversa. Si entra in un mondo nuovo». Se non si può fare a meno di un po’ di rumore, basta sfiorare lo schermo su Porsche Electric Sport Sound, che fa risuonare sia internamente che esternamente la vettura con un sound spettacolare.

Il paesaggio di Como con Alberto Novarese

A provare Taycan anche Alberto Novarese, presidente del Gruppo Saati, azienda comasca specializzata nel tessuto tecnico di precisione. Quando si parla di eccellenza tessile, il pensiero corre facilmente all’abbigliamento e all’arredamento, ma esiste una nicchia che dal tessile arriva e raggiunge altri settori industriali. L’azienda di Novarese «produce buchi e vende l’aria». Come dichiara l’imprenditore, «non rappresenta la creatività del tessile tradizionale, ma la tecnica, la precisione e la robustezza, un po’ come Taycan».

L’azienda di Stoccarda sa bene quanto gli appassionati del marchio siano esigenti ed è proprio per questo che ha unito nel proprio lavoro altissima ingegneria meccanica, di precisione e di calcolo. Il risultato è un insieme di soluzioni davvero innovative, a partire dal sistema di alimentazione a 800 volt che permette di ricaricare la batteria (e percorrere fino a 100 km) con corrente continua in soli 5 minuti.

Due sono le anime di Taycan: quella che non tradisce mai, legata all’eleganza tipica del marchio (basti osservare le finiture dei tessuti e il comfort delle sedute) e quella innovativa, che apre la strada al futuro della mobilità elettrica. «È proprio questo che mi colpisce di questa vettura – ha detto Novarese – il fatto che sia riuscita a mantenere salda la sua tradizionale eleganza nonostante sia stata progettata da zero per fronteggiare le sfide ambientali di oggi».

Con Taycan, Alberto Novarese ha raggiunto Villa del Grumello , una splendida dimora che sorge sulla sponda del lungolago di Como, a pochi passi dal centro città. Questa villa ha una lunga storia: vi soggiornarono infatti illustri personaggi come Vincenzo Monti, Alessandro Volta e Ugo Foscolo. Negli anni ’50 del Novecento la contessa Giulia Celesia Cays donò la villa all’Ospedale Sant’Anna di Como, destinandola così a casa di riposo. Nel 2006, venne poi costituita l’Associazione Villa del Grumello, in modo da dare al palazzo una nuova collocazione nella vita culturale della città. «Siamo arrivati in questa villa perché rappresenta un luogo di incontro tra cultura, formazione, innovazione e creatività – ha detto Novarese – così come Taycan, che rappresenta l’evoluzione della specie del mondo Porsche».

Con Paolo Mainetti in Valtellina

Il viaggio di Taycan tocca poi la Valtellina, terra di montagne e zona ricca di aziende e imprese locali. Una di queste è la Valtecne di Sondrio, leader nella lavorazione di particolari meccanici di precisione. Con Paolo Mainetti, alla guida dell’azienda nata dal papà nel 1983, si conclude il test drive tra le bellezze dei territori di Como, Lecco e Sondrio.

«Vivere e lavorare in Valtellina ha sicuramente aspetti positivi e negativi: siamo lontani dai centri metropolitani e dai clienti internazionali. Ma queste sono difficoltà superabili se si osserva questo territorio meraviglioso». E le persone, sono persone «speciali», persone che vanno stimolate, incentivate a rimanere: «la nostra azienda deve diventare sempre più attrattiva, soprattutto per le giovani risorse che vogliono cambiare stile di vita».

Taycan, con la sua silenziosità e con il suo motore green, permette di godersi il viaggio: «sapere di guidare un’auto sportiva, ad alte prestazioni che non produce emissioni permette di ammirare la bellezza di questi luoghi senza pensieri e dà delle emozioni che nessuna altra macchina può dare».

La Valtellina è terra di buon cibo e di vitigni: vere e proprie opere d’arte cesellate con fatica dalle mani sapienti dell’uomo che ha saputo plasmare, senza deturpare, un territorio non facile. Tra i terreni coltivati si erge La Gatta , antico convento domenicano e luogo di sosta dei pellegrini edificato nel ‘500: un vero e proprio luogo senza tempo, immerso in 13 ettari di vigneti. Dal 1969 appartiene alla famiglia Triacca che l’ha trasformata in una meta prediletta per gli amanti dei vini valtellinesi. «Una vera e propria eccellenza della Valtellina insieme a tutti i produttori di vini. E Taycan si inserisce in modo armonioso in questo luogo ricco di storia, di cultura e di bellezze naturali».

Le caratteristiche di Taycan

Innovazione e tradizione. Sono due valori che Taycan coniuga in modo unico, rispecchiando la migliore tradizione Porsche, una tradizione legata ad emozioni allo stato puro e al piacere di guidare ai massimi livelli.

Questa vettura non si presenta solo come un’auto sportiva dalla potenza overboost di 560 kW (761 CV) in modalità Launch Control: con l’Ecosistema Porsche, si offre infatti anche una serie di innovativi Servizi Connect, che garantiscono una perfetta interazione tra guidatore, vettura e infrastruttura di carica. Performance allo stato puro e idoneità all’uso quotidiano: l’elettrica della casa di Stoccarda rappresenta la mobilità Porsche del futuro. Taycan è stata progettata da cima a fondo come una vettura a trazione completamente elettrica. I conseguenti margini di libertà sono stati sfruttati dagli ingegneri di casa Porsche per ottenere la massima efficienza tecnologica. La posizione di montaggio centrale e ribassata della batteria Performance, per esempio, ha permesso di ottenere un baricentro estremamente basso e un bilanciamento ottimale tra asse anteriore e posteriore.

La gestione delle batterie, in combinazione con i motori sincroni a magneti permanenti, assicura straordinarie doti di potenza e di prestazione: Taycan passa da 0 a 100 km/h in soli 2,8 secondi e in 2,5 secondi percorre una distanza di 28 metri. Il piacere di guida è garantito anche dalla sua architettura di sistema a 800 volt, in grado di caricare la batteria passando da un SoC (State of Charge, Livello di Carica) del 5% fino all’80% in 22,5 minuti. La batteria Performance offre autonomie elevate e adatte all’uso quotidiano fino a 450 km (WLTP) grazie anche al recupero di energia del Porsche Recupetation Management. Il Charging Planner pianifica i percorsi di viaggio, comprese le soste di ricarica, garantendo viaggi sereni. La sicurezza si sposa con il piacere di guidare: senza dubbio, le doti sportive di Taycan vanno di pari passo con la mobilità elettrica adatta alla vita di tutti i giorni.

Il concessionario Centro Porsche Como

«Il futuro, con Taycan, è a portata di mano. Abbiamo scelto come ambassador della nuova mobilità tre clienti da sempre appassionati del marchio, con una storia imprenditoriale alle spalle, pronti ad adattarsi alle sfide e ai cambiamenti del futuro». Con queste parole Marco Teli, Direttore Vendite del Centro Porsche Como, esprime entusiasmo per l’arrivo della nuova vettura elettrica e per il successo del test drive effettuato dai tre imprenditori.

Unica concessionaria ufficiale Porsche per le zone territoriali di Como, Lecco e Sondrio, da sempre il Centro Porsche Como accoglie i tanti appassionati del marchio che partecipano con entusiasmo agli eventi e al lancio di nuovi prodotti. Lo staff fornisce una calorosa accoglienza, cercando di soddisfare ogni esigenza, e il Servizio Assistenza si avvale dell’ausilio di meccanici professionisti e certificati Porsche, in grado di risolvere in breve tempo ogni anomalia della vettura. Il Reparto Commerciale schiera venditori dinamici e competenti per promuovere il mondo Porsche, sia che si tratti di modelli usati, con la Garanzia Porsche Approved, sia che si tratti di novità, come Taycan.

Sito di Centro Porsche Como

© RIPRODUZIONE RISERVATA