Sponsorizzato

Fa tappa a Lecco il roadshow «Salute, un bene del territorio»

In programma venerdì 17 giugno il quarto appuntamento del tour promosso da Federfarma Lombardia con il supporto organizzativo di Inrete per raccontare la recente riforma sanitaria lombarda

Fa tappa a Lecco il roadshow «Salute, un bene del territorio»

Prosegue con la quarta tappa, in programma venerdì 17 giugno 2022 alla Camera di Commercio di Lecco, «Salute, un bene del territorio. I presidi territoriali e il futuro della sanità». Si tratta del roadshow promosso da Federfarma Lombardia con il supporto organizzativo di Inrete per raccontare la recente riforma sanitaria lombarda. Attraverso 12 tappe, una in ogni provincia, il tour è un’imperdibile occasione per spiegare ai cittadini il nuovo assetto previsto dalla legge regionale 22/2021, con il rilancio della rete ospedale-territorio e il ruolo essenziale delle farmacie nella riorganizzazione delle cure primarie, per una sanità “a chilometro zero”.

Il programma

Si comincia alle ore 17.30 con i saluti istituzionali di Alessandra Hofmann, Presidente della Provincia di Lecco, e di Mauro Gattinoni, sindaco del paese. Subito dopo, spazio alla discussione sul ruolo dei farmacisti nella presa in carico dei fragili: intervengono Annarosa Racca, presidente di Federfarma Lombardia, e Andrea Baguti, presidente di Federfarma Lecco.

Alle 17.50 Letizia Moratti, vicepresidente della Regione Lombardia e assessore al Welfare e Emanuele Monti, Presidente della Commissione III Sanità e delle politiche sociali della Regione, parleranno della legge 23/2022 puntando l’attenzione sulla presa in cura dei fragili come punto di partenza per un servizio esteso a tutti i cittadini.

Il talk vedrà invece protagonisti Paolo Favini, Direttore Generale ASST Lecco, Marco Magri, Vicepresidente e consigliere delegato Cosma e Antonio Ardizzoia, Direttore del Dipartimento Oncologico ASST Lecco. Chiuderà l’intervento Emanuele Manzoni, Assessore al Welfare del Comune di Lecco. Modera i panel il caporedattore di Lecco News Cesare Canepari

© RIPRODUZIONE RISERVATA