Una motovedetta per i vigili di Oliveto  Il Comune bussa alle porte di Milano
Una pilotina simile a quella che vorrebbe acquistare il Comune

Una motovedetta per i vigili di Oliveto

Il Comune bussa alle porte di Milano

Il sindaco Polti: «Ho avuto un incontro positivo con l’assessore regionale De Corato» Ma i fondi per l’acquisto della barca saranno disponibili solo dopo il bando del prossimo anno

Insediato ufficialmente il consiglio comunale di Oliveto, mercoledì sera, con il giuramento del sindaco Bruno Polti, che avvia il suo secondo mandato, affiancato dal vicesindaco Paolo Negri e dall’assessore Maria Carla Muzio. Capogruppo è stata nominata Concetta Raso.

La maggioranza avrà come opposizione Fabio Sampietro e Luca Pini per “Oliveto nel cuore”, e Pierfranco Negri di “Insieme per Oliveto”.

Un vecchio pallino

Intanto l’amministrazione è già al lavoro per un vecchio pallino del sindaco Polti: l’acquisto di una barca per il servizio di vigilanza. In questo senso, il sindaco assicura di aver strappato una mezza promessa all’assessore regionale alla Sicurezza Riccardo De Corato.

O meglio: durante un incontro avvenuto a Milano con l’assessore, Polti sarebbe riuscito a convincere De Corato ad inserire nel prossimo bando sulla sicurezza, la possibilità di poter chiedere un finanziamento per l’acquisto di una barca.

«Gli attuali bandi puntano più alle auto che non alle imbarcazioni - ricorda Polti - Anzi, i mezzi d’acqua hanno un punteggio probabilmente ancora più basso delle bici e delle moto. Ma avere un’imbarcazione per noi sarebbe l’ideale, visto quanto sono ampie le nostre coste».

Verrebbe usata dalla polizia locale per monitorare le spiagge ed intervenire celermente in caso di necessità. Una pilotina da usare in accordo con gli altri Comuni che fanno capo alla convenzione di polizia locale, ovvero Malgrate e Valmadrera.

Tutti i particolari su La Provincia di Lecco in edicola sabato 23 giugno

© RIPRODUZIONE RISERVATA